Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Chiesa dei Santi Vittore e Corona - Voltago

Questa chiesa, divenuta la parrocchiale di Voltago Agordino nel 1784, è considerata una tra le più antiche del distretto: alcune documentazioni testimoniano l’esistenza di un tempio in stile gotico già nel 1388, anche se è probabile che l’edificio sacro esistesse già nel XII secolo.

Dedicata ai Santi Vittore e Corona, la chiesa sorge al centro del paese e la sua attuale struttura risale alla seconda metà del Seicento, progettata dai “mastri murari” di Fonzaso Antonio e Pier Antonio Romeli.
Si presenta con una classica facciata, tetti acuminati caratteristici delle chiese alpine e una torre campanaria con monofore e bifore.
All’interno un tripudio d’arte colpisce il visitatore in ogni angolo.
 

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!

Chiesa dei Santi Vittore e Corona - Voltago

Questa chiesa, divenuta la parrocchiale di Voltago Agordino nel 1784, è considerata una tra le più antiche del distretto: alcune documentazioni testimoniano l’esistenza di un tempio in stile gotico già nel 1388, anche se è probabile che l’edificio sacro esistesse già nel XII secolo.

Dedicata ai Santi Vittore e Corona, la chiesa sorge al centro del paese e la sua attuale struttura risale alla seconda metà del Seicento, progettata dai “mastri murari” di Fonzaso Antonio e Pier Antonio Romeli.
Si presenta con una classica facciata, tetti acuminati caratteristici delle chiese alpine e una torre campanaria con monofore e bifore.
All’interno un tripudio d’arte colpisce il visitatore in ogni angolo.
 

Opere d'arte

Le decorazioni pittoriche della Chiesa dedicata ai SS. Vittore e Corona si possono osservare principalmente nella sagrestia e più precisamente nelle vele che ricoprono il soffitto.
Tali dipinti sono attribuiti al pittore carnico Lorenzo Paulitti, tranne due, che sembrano invece riportare uno stile differente e meno alto rispetto alle altre (probabilmente dipinti da un aiutante dell’artista).
Da questi lunettoni si affacciano i busti degli Evangelisti e dei Padri della Chiesa occidentale, in particolare nei due lunettoni dell’abside sono raffigurati gli episodi della Natività e dell’Adorazione dei Magi.

L’altare maggiore, realizzato da Fioravante Costa da Taibon tra il 1687 e il 1688, si presenta in legno intagliato, scolpito, dorato, policromato e si articola in una struttura a doppio corpo con colonne tortili e triplice frontone. L’altare è ornato di decorazioni dorate, come ad esempio le colonne che si sviluppano in spirali di motivi fitomorfi e antropomorfi o simili a tralci di vite.
Si può notare, inoltre, un rimando all’altaristica trentina e fiammese.

Il fornice (costruzione arcuata), riporta un’altra preziosa opera: l’ultima pala di Francesco Frigimelica “il Vecchio” che raffigura in basso i SS. Vittore e Corona e sull’estrema destra Giuseppe, mentre in alto trova collocazione la figura della Madonna.

L’altare laterale di sinistra dedicato alla Madonna e riconducibile al 1638 è stato realizzato da Guglielmo Stuccador, probabilmente proveniente dalla scuola del maestro Auregne, a cui è attribuito, invece, l’altare laterale a destra protetto dalla pala del pittore agordino Giovanni Pante.
 

Nelle vicinanze

Nelle vicinanze si trovano la Chiesa della Beata Vergine di Lourdes in località Digoman e la Chiesa di San Nicolò Vescovo, parrocchiale di Frassenè, con il nuovo edificio costruito nel 1958 per sostituire quello più antico e consacrato dieci anni più tardi da Albino Luciano, futura papa Giovanni Paolo I.



Indirizzo:

Vicolo Salvon , 1
32020 Voltago Agordino

Contatti

Teltel +39 (0)437 669243