Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Murales di Cibiana

Cibiana è un piccolo comune dell’Alto Cadore, collocato nei pressi di Forcella Cibiana, il passo che divide le aree geografiche del Cadore e dello Zoldano.
Non un semplice paese di montagna, ma un museo all’aperto costituito da più di 50 murales dipinti nelle facciate delle vecchie case del suggestivo borgo, oggi conosciuto come "il paese che dipinge la sua storia".
Un’iniziativa nata nel 1980 da Osvaldo Da Col, presidente della Pro Loco, e Vico Calabrò, noto pittore locale originario dell’agordino, con lo scopo di ridare vitalità alla località e conservare la memoria delle tradizioni di un tempo.

Si tratta di affreschi a muro dipinti da abili pittori, non solo veneti ma anche di provenienza mondiale: alcuni provenienti addirittura dal Giappone e dall’ex URSS. Ogni opera, creata sulle mura delle antiche case, ha lo scopo di raccontare la storia del posto e in particolare la vicenda della casa in cui è stata dipinta. In questo modo la casa del fabbro è stata affrescata con un dipinto che raffigura il suo mestiere e così per il falegname, il casaro, il carbonaio, il mugnaio… Una sorta di quadro collettivo, per continuare a far vivere nella memoria di chi osserva le tradizioni, i mestieri, le storie e le leggende della località.
Questo inestimabile patrimonio artistico e culturale viene ampliato ogni anno con nuovi Murales, disegnati secondo la tipicità dell’ambiente rustico di Cibiana, quasi a sembrare delle colorate finestre parte integrante dell’abitazione.

Un modo originale per valorizzare il patrimonio culturale di un paese, plasmando un'opera grande quanto Cibiana. I numerosi affreschi sono infatti disseminati tra le vie del borgo e il modo migliore per osservarli è seguire un semplice itinerario, percorribile anche in bicicletta: da Masariè a Cibiana di Sotto, la borgata più caratteristica, fino a Pianezze.

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!
I Murales di Cibiana di Cadore (foto M. dell'Agnola)
I Murales di Cibiana (foto M. dell'Agnola)
I tipici Murales di Cibiana di Cadore (foto M. dell'Agnola)
Per le vie di Cibiana di Cadore (foto M. dell'Agnola)
Uno dei murales che animano le vie di Cibiana

Murales di Cibiana

I Murales di Cibiana (foto M. dell'Agnola)

Cibiana è un piccolo comune dell’Alto Cadore, collocato nei pressi di Forcella Cibiana, il passo che divide le aree geografiche del Cadore e dello Zoldano.
Non un semplice paese di montagna, ma un museo all’aperto costituito da più di 50 murales dipinti nelle facciate delle vecchie case del suggestivo borgo, oggi conosciuto come "il paese che dipinge la sua storia".
Un’iniziativa nata nel 1980 da Osvaldo Da Col, presidente della Pro Loco, e Vico Calabrò, noto pittore locale originario dell’agordino, con lo scopo di ridare vitalità alla località e conservare la memoria delle tradizioni di un tempo.

Si tratta di affreschi a muro dipinti da abili pittori, non solo veneti ma anche di provenienza mondiale: alcuni provenienti addirittura dal Giappone e dall’ex URSS. Ogni opera, creata sulle mura delle antiche case, ha lo scopo di raccontare la storia del posto e in particolare la vicenda della casa in cui è stata dipinta. In questo modo la casa del fabbro è stata affrescata con un dipinto che raffigura il suo mestiere e così per il falegname, il casaro, il carbonaio, il mugnaio… Una sorta di quadro collettivo, per continuare a far vivere nella memoria di chi osserva le tradizioni, i mestieri, le storie e le leggende della località.
Questo inestimabile patrimonio artistico e culturale viene ampliato ogni anno con nuovi Murales, disegnati secondo la tipicità dell’ambiente rustico di Cibiana, quasi a sembrare delle colorate finestre parte integrante dell’abitazione.

Un modo originale per valorizzare il patrimonio culturale di un paese, plasmando un'opera grande quanto Cibiana. I numerosi affreschi sono infatti disseminati tra le vie del borgo e il modo migliore per osservarli è seguire un semplice itinerario, percorribile anche in bicicletta: da Masariè a Cibiana di Sotto, la borgata più caratteristica, fino a Pianezze.