Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Museo Archeologico Cadorino

Il Museo Archeologico Cadorino, situato nel Palazzo della Magnifica Comunità a Pieve di Cadore, rappresenta una prestigiosa realtà espositiva, ricca di reperti archeologici appartenenti all’epoca romana e preromana.

Si tratta di un immenso patrimonio archeologico costituto di numerosi reperti risalenti ad un’era che va dal VI secolo a.C. al IV sec d.C. e rinvenuti principalmente nell’area del Centro Cadore, che ha permesso di ricostruire la storia antica di questo territorio.

Gran parte degli oggetti archeologici che è possibile osservare all’interno del museo provengono dall'area archeologica di Lagole, situata a Calalzo di Cadore, dove è stato rinvenuto un importantissimo sito di origine preromana.

Tra i reperti archeologici di maggiore rilievo si possono osservare i manici di simpulum (particolari mestoli di bronzo) che riportano iscrizioni in lingua venetica, alcune lamine votive decorate e iscritte, vari bronzetti raffiguranti guerrieri e oranti ma anche fibule, anelli, situle, gioielli e monete. Con ogni probabilità si tratta di oggetti destinati alla divinità sanante Trumus Icatei, che era venerata nell’antico santuario di Lagole, donati come voto.

Di interesse anche l’elmo celtico proveniente da Vallesella nei pressi di Domegge di Cadore e alcuni frammenti della pavimentazione romana rinvenuta sotto la nuova sede del Municipio di Pieve di Cadore durante i lavori di realizzazione, risalenti al II sec d.C..
 

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!
Museo Archeologico Cadorino, interno

Museo Archeologico Cadorino

Museo Archeologico Cadorino, bronzetto (foto Marco Zucco, archivio Provincia di Belluno)

Museo Archeologico Cadorino

Lagole (foto Tommaso Albrizio e Franco Olivieri – Archivio MCC)

Museo Archeologico Cadorino

Museo Archeologico Cadorino, particolare del bronzetto il dio Apollo sacrificante (foto Marco Zucco, archivio Provincia di Belluno)

Museo Archeologico Cadorino

Museo Archeologico Cadorino, allestimenti (foto Tommaso Albrizio e Franco Olivieri – Archivio MCC)

Museo Archeologico Cadorino

Museo Archeologico Cadorino, allestimenti (foto Tommaso Albrizio e Franco Olivieri – Archivio MCC)

Museo Archeologico Cadorino

Museo Archeologico Cadorino, allestimenti (foto Tommaso Albrizio e Franco Olivieri – Archivio MCC)

Museo Archeologico Cadorino

Museo Archeologico Cadorino

Museo archeologico cadorino

Il Museo Archeologico Cadorino, situato nel Palazzo della Magnifica Comunità a Pieve di Cadore, rappresenta una prestigiosa realtà espositiva, ricca di reperti archeologici appartenenti all’epoca romana e preromana.

Si tratta di un immenso patrimonio archeologico costituto di numerosi reperti risalenti ad un’era che va dal VI secolo a.C. al IV sec d.C. e rinvenuti principalmente nell’area del Centro Cadore, che ha permesso di ricostruire la storia antica di questo territorio.

Gran parte degli oggetti archeologici che è possibile osservare all’interno del museo provengono dall'area archeologica di Lagole, situata a Calalzo di Cadore, dove è stato rinvenuto un importantissimo sito di origine preromana.

Tra i reperti archeologici di maggiore rilievo si possono osservare i manici di simpulum (particolari mestoli di bronzo) che riportano iscrizioni in lingua venetica, alcune lamine votive decorate e iscritte, vari bronzetti raffiguranti guerrieri e oranti ma anche fibule, anelli, situle, gioielli e monete. Con ogni probabilità si tratta di oggetti destinati alla divinità sanante Trumus Icatei, che era venerata nell’antico santuario di Lagole, donati come voto.

Di interesse anche l’elmo celtico proveniente da Vallesella nei pressi di Domegge di Cadore e alcuni frammenti della pavimentazione romana rinvenuta sotto la nuova sede del Municipio di Pieve di Cadore durante i lavori di realizzazione, risalenti al II sec d.C..
 



Orari e accessibilità

Orari di apertura:

  • dal 18 al  26 maggio Settimana della Cultura musei aperti tutti i giorni – ingresso gratuito
  • dal 28 maggio al 30 giugno  dalle ore 10,00 alle ore 12,30 e dalle ore 15,30 alle ore 18,30
  • dal 1° luglio al 6 ottobre dalle ore 10,00 alle ore 12,30 e dalle ore 15,30 alle ore 18,30
  • dal 12 ottobre al 22 dicembre aperto tutti i sabati e le domeniche dalle ore 10,00 alle ore 12,30 e dalle ore 15,30 alle ore 18,30
  • Settimana di Natale - Capodanno con apertura settimanale

Aperto/a al pubblico


Indirizzo:

Piazza Tiziano, 2
32044 Pieve di Cadore

Contatti

Teltel +39 (0)435 32262

Faxfax +39 (0)435 32858

Emaile-mail

wwwweb