Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Museo di storia, usi, costumi e tradizioni della gente ladina

Il Museo di storia, usi, costumi e tradizioni della gente ladina è una bella esposizione che ha sede a Livinallongo del Col di Lana e che racconta la storia, l’ambiente naturale e le tradizioni di questo territorio: la valle di Livinallongo.

Il museo, inaugurato nel 1996, è diviso in varie sezioni che riprendono la storia della vallata, il suo territorio, la guerra ma anche gli usi e i costumi delle sue popolazioni; le aree tematiche sono così suddivise: la gestione del territorio e l’organizzazione familiare, l’ambiente naturale, l’economia tradizionale e la storia del Castello di Andraz e della Grande Guerra.

Ad introdurre la visita al museo si trova una rappresentazione plastica di come era strutturata la vila, ossia la borgata contadina che costituiva le 16 vicinie in cui era suddivisa la valle di Livinallongo.
L’esposizione prosegue poi con le rappresentazioni e testimonianze che descrivono le varie aree tematiche prima citate.
È possibile osservare e conoscere alcuni ambienti domestici, di lavoro e alcune situazioni di vita quotidiana grazie ad una raccolta di strumenti utilizzati per lo svolgimento delle attività legate alla casa, alla natura e all’artigianato. Una sezione è particolarmente incentrata sull’ambiente naturale che caratterizza la vallata, attraverso un approfondimento sulla flora e la fauna locali, ma anche sull’agricoltura e l’allevamento, per finire con le attività casearie e d’artigianato.
Non manca un’area dedicata alla Prima Guerra Mondiale, che ha fortemente interessato il territorio di Livinallongo e il destino del Castello di Andraz, legato anche all'estrazione e lavorazione del rame.

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!
La riproduzione in miniatura di un angolo del paese
La Stua
Lavoro al telaio
Centro Dolomiti sede del Museo
La sezione del museo dedicata alla Grande Guerra
Il Mesalana un costume tipico
Vecchi strumenti musicali

Museo di storia, usi, costumi e tradizioni della gente ladina

Centro Dolomiti sede del Museo

Il Museo di storia, usi, costumi e tradizioni della gente ladina è una bella esposizione che ha sede a Livinallongo del Col di Lana e che racconta la storia, l’ambiente naturale e le tradizioni di questo territorio: la valle di Livinallongo.

Il museo, inaugurato nel 1996, è diviso in varie sezioni che riprendono la storia della vallata, il suo territorio, la guerra ma anche gli usi e i costumi delle sue popolazioni; le aree tematiche sono così suddivise: la gestione del territorio e l’organizzazione familiare, l’ambiente naturale, l’economia tradizionale e la storia del Castello di Andraz e della Grande Guerra.

Ad introdurre la visita al museo si trova una rappresentazione plastica di come era strutturata la vila, ossia la borgata contadina che costituiva le 16 vicinie in cui era suddivisa la valle di Livinallongo.
L’esposizione prosegue poi con le rappresentazioni e testimonianze che descrivono le varie aree tematiche prima citate.
È possibile osservare e conoscere alcuni ambienti domestici, di lavoro e alcune situazioni di vita quotidiana grazie ad una raccolta di strumenti utilizzati per lo svolgimento delle attività legate alla casa, alla natura e all’artigianato. Una sezione è particolarmente incentrata sull’ambiente naturale che caratterizza la vallata, attraverso un approfondimento sulla flora e la fauna locali, ma anche sull’agricoltura e l’allevamento, per finire con le attività casearie e d’artigianato.
Non manca un’area dedicata alla Prima Guerra Mondiale, che ha fortemente interessato il territorio di Livinallongo e il destino del Castello di Andraz, legato anche all'estrazione e lavorazione del rame.



Orari e accessibilità

Orari di apertura:

  • luglio e settembre martedì e giovedì dalle ore 16,00 alle ore 19,00
  • agosto da lunedì a venerdì dalle ore 16,00 alle ore 19,00
  • su prenotazione

Aperto/a al pubblico


Indirizzo:

Via Pieve, 78
32020 Livinallongo del Col di Lana

Contatti

Teltel +39 (0)436 7193 +39 338 4306071

Emaile-mail

wwwweb