Museo paleontologico Rinaldo Zardini

Il Museo paleontologico Rinaldo Zardini, inaugurato nel 1975 e situato negli ex magazzini di legname delle Regole d’Ampezzo, è una grandiosa realtà museale dedicata alla paleontologia.

Quest'esposizione deve la sua esistenza a Rinaldo Zardini, grande ricercatore e studioso appassionato di paleontologia e geologia, che ha concentrato le sue analisi principalmente sulla zona di Cortina d’Ampezzo e sulle Dolomiti.
Una delle aree maggiormente studiate e che ha consentito il ritrovamento della maggior parte dei fossili e dei reperti presenti al museo è quella di San Cassiano nell’Ampezzano.

Si tratta di una ricca collezione, tra le più importanti e ampie esistenti, che raccoglie minerali, rocce, fossili invertebrati marini, coralli, spugne, gocce di resina e magalodonti. Una preziosa rassegna di esemplari paleontologici accompagnata da illustrazioni e testi esplicativi che permettono una migliore e completa comprensione da parte del visitatore. Non manca, inoltre, una biblioteca tematica attraverso la quale è possibile approfondire le proprie conoscenze sul tema della paleontologia.

Il prestigioso museo rappresenta una ricchezza inestimabile di testimonianze e reperti che hanno permesso studi e ricerche approfondite sulla geologia delle terre dolomitiche e sull’esistenza della vita in questo territorio 200 milioni di anni fa.



Orari e accessibilità

Orari di apertura fino al 6 ottobre:

luglio dal martedì alla domenica 10.30-12.30 / 15.00-19.00
agosto tutti i giorni 10.30-12.30 / 15.00-19.00
settembre e prima settimana di ottobre dal martedì al venerdì 15.00-19.00

Aperto/a al pubblico
Indirizzo:

Via Marangoni, 1 Cortina d'Ampezzo loc. Pontechiesa

Contatti
Home Page  |  Dolomiti da vedere  |  Musei e collezioni  |  Musei naturalistici  |  Museo paleontologico Rinaldo Zardini
scatta, posta e tagga
#infodolomiti