Centro visitatori Uomini di Imperina

Il Centro visitatori Uomini di Imperina è un’area espositiva ideata dal Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi e dalle Amministrazioni locali per dare luce all’antico sito minerario della Valle Imperina.

Il centro minerario metallurgico, risalente al XV secolo, ha rappresentato uno dei siti di lavorazione del rame più importanti d’Europa, costituendo per secoli la ricchezza dell’intera zona dell’Agordino. Nell’area mineraria della Valle Imperina si trovavano principalmente due strutture: la centrale idroelettrica e l’edificio che ospitava i forni fusori; dopo la chiusura definitiva, nel 1962, il centro minerario venne abbandonato; solamente negli ultimi anni del ‘900 un restauro ha permesso la sua apertura al pubblico.

Il centro visitatori, d’impronta storico-etnografica, è stato allestito all’interno dell’ex centrale idroelettrica e espone al pubblico la storia degli uomini che vissero nella zona dell’Agordino e furono impegnati nell’attività mineraria, nonché le testimonianze di quello che fu questo importante sito archeologico industriale.

Una sezione dell’area espositiva è dedicata inoltre all’attività di fabbricazione delle sedie, spesso alternata a quella mineraria: alcuni documenti accompagnati da strumenti da lavoro e alcune sedute testimoniano l’abile lavoro del seggiolaio.
Nel piano superiore dell’edificio, infine, una sezione è stata dedicata all’Uomo Selvatico (‘Om selvarech), personaggio tipico delle leggende agordine e della tradizione del suo popolo.



Orari e accessibilità

Orari di apertura:

  • nei mesi di maggio, giugno e settembre il sabato, la domenica e i festivi dalle ore 13,30 alle ore 18,30
  • nei mesi di luglio e agosto tutti i giorni dalle ore 13,30 alle ore 18,30

 

Aperto/a al pubblico
Indirizzo:

località Le Campe Rivamonte Agordino

Contatti
Home Page  |  Dolomiti da vedere  |  Musei e collezioni  |  Musei tematici  |  Centro visitatori Uomini di Imperina
scatta, posta e tagga
#infodolomiti