Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Villa Piloni

Villa Piloni, edificata alla fine del Settecento, presenta una pianta a Croce di Malta, ordine a cui apparteneva la famiglia proprietaria.

La facciata, molto lineare, presenta un timpano con alcune piccole aperture per la piccionaia che si trovava nelle soffitte.

L'edificio nell'Ottocento venne ampliato costruendo una lunga ala che si protende verso nord ed è completamente circondato da quello che resta del grande parco.

 

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!

Villa Piloni

Villa Piloni

Villa Piloni, edificata alla fine del Settecento, presenta una pianta a Croce di Malta, ordine a cui apparteneva la famiglia proprietaria.

La facciata, molto lineare, presenta un timpano con alcune piccole aperture per la piccionaia che si trovava nelle soffitte.

L'edificio nell'Ottocento venne ampliato costruendo una lunga ala che si protende verso nord ed è completamente circondato da quello che resta del grande parco.

 

Interni

La Villa presenta una sala centrale ottagonale da cui partono quattro bracci che portano verso gli ingressi in varie direzioni, mentre uno porta ad una scala a due rampe.

Gli spazi sono dunque quadripartiti e perfettamente uguali, ciascuno con due finestre che si aprono verso il parco esterno.

Spazi esterni

La Villa un tempo era completamente circondata da un grande parco disegnato dal francese Alexandre Poiteau Le Terrier, giardiniere di Versailles, giunto nel Bellunese insieme alle truppe napoleoniche e che ha realizzato anche il magnifico parco di Villa Gaggia a Socchieva sulla sponda opposta del fiume Piave.

L'idea era di sottolineare, attraverso un attento studio architettonico, la naturalità - costruita - del paesaggio che nascondeva piccoli angoli di conversazione con panchine posizionate all'ombra di alti alberi.

Lo schema originario del giardino prevedeva una serie di lunghi viali di carpini che si dipartivano a raggiera dalla Villa intervallati da prati, orti fioriti insieme a statue e decori in pietra oggi non più esistenti.

Villa Piloni  »  Villa Luzzati  »  Villa Piloni  »  Villa Buzzati  »  Villa Doglioni



Modalità di accesso

La Villa è di proprietà privata ed è visibile dalla strada.


Indirizzo:

Via Matteo Cesa Limana loc. Cesa di Limana