Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Dolci tradizionali

Una rassegna di piatti semplici, ma genuini e gustosi, vere prelibatezze, nella maggior parte dei casi fritti nello strutto.

I dolci tipici del Carnevale, le chiacchiere, diffuse in tutta Italia con nomi diversi come frappe, bugie, cenci, galani e conosciute in alcune zone della provincia di Belluno come crostoli, hanno in Alto Agordino e nello Zoldano un nome particolare ed evocativo: fuoie rostide (foglie arrostite), da cui derivano le varianti foirostì e forestì. Particolari sono i gnoc frit, veri e propri gnocchi di patate fritti e addolciti con lo zucchero, preparati secondo tradizione la vigilia dell’Epifania in occasione dei Pavarui.
 

Fritte sono anche le fortàie, particolari frittelle la cui pasta viene colata direttamente nello strutto bollente creando una specie di spirale, diffuse in particolare a Livinallongo, Zoldo Alto e Colle di Santa Lucia. Altra prelibatezza, da tradizione preparata in particolare in occasione dei matrimoni per la lunga lavorazione, sono i carfògn o crafìn o grafògn/grafòi. Si tratta di tortelli fritti e ripieni di un impasto composto da biscotti secchi, cioccolata, marmellata, grappa e semi di papavero macinati (Alto Agordino, Fodom, Colle Santa Lucia, Cortina d’Ampezzo, San Vito di Cadore).
 

Diffusa soprattutto un tempo la pinza (pèta in Comelico, péta in Cadore, batol in Val di Zoldo e Agordino) è una torta fatta con farina di mais e arricchita da frutta fresca o secca, zucca o semi di cumino.
 

Famosi nel mondo sono poi i gelatieri zoldani e cadorini che hanno portato questa specialità in tutto il mondo ottenendo risultati di eccellenza. Anche grazie a questa tradizione, l’annuale fiera longaronese dedicata al gelato, la MIG (Mostra Internazionale del Gelato) è uno degli appuntamenti più sentiti a apprezzati del settore.
 

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!

Dolci tradizionali

Una rassegna di piatti semplici, ma genuini e gustosi, vere prelibatezze, nella maggior parte dei casi fritti nello strutto.

I dolci tipici del Carnevale, le chiacchiere, diffuse in tutta Italia con nomi diversi come frappe, bugie, cenci, galani e conosciute in alcune zone della provincia di Belluno come crostoli, hanno in Alto Agordino e nello Zoldano un nome particolare ed evocativo: fuoie rostide (foglie arrostite), da cui derivano le varianti foirostì e forestì. Particolari sono i gnoc frit, veri e propri gnocchi di patate fritti e addolciti con lo zucchero, preparati secondo tradizione la vigilia dell’Epifania in occasione dei Pavarui.
 

Fritte sono anche le fortàie, particolari frittelle la cui pasta viene colata direttamente nello strutto bollente creando una specie di spirale, diffuse in particolare a Livinallongo, Zoldo Alto e Colle di Santa Lucia. Altra prelibatezza, da tradizione preparata in particolare in occasione dei matrimoni per la lunga lavorazione, sono i carfògn o crafìn o grafògn/grafòi. Si tratta di tortelli fritti e ripieni di un impasto composto da biscotti secchi, cioccolata, marmellata, grappa e semi di papavero macinati (Alto Agordino, Fodom, Colle Santa Lucia, Cortina d’Ampezzo, San Vito di Cadore).
 

Diffusa soprattutto un tempo la pinza (pèta in Comelico, péta in Cadore, batol in Val di Zoldo e Agordino) è una torta fatta con farina di mais e arricchita da frutta fresca o secca, zucca o semi di cumino.
 

Famosi nel mondo sono poi i gelatieri zoldani e cadorini che hanno portato questa specialità in tutto il mondo ottenendo risultati di eccellenza. Anche grazie a questa tradizione, l’annuale fiera longaronese dedicata al gelato, la MIG (Mostra Internazionale del Gelato) è uno degli appuntamenti più sentiti a apprezzati del settore.