Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Via Claudia Augusta Altinate

L’antica strada romana che dall’Adriatico, partendo da Altino, portava fino al Danubio, rivive ora, dopo 2000 anni di storia, una nuova stagione. Voluta nel 15 a.C. dal generale romano Druso Maggiore, figlio adottivo dell’imperatore Augusto, venne ideata per aprire un valico nelle Alpi durante le campagne militari nell'attuale Austria. L'immane opera viaria venne conclusa solo 60 anni dopo dal figlio di Druso, l'imperatore Claudio (41-54 d.C.).

La Via Claudia Augusta Altinate è un ponte che unisce e mescola culture, ambienti, emozioni; è un percorso-simbolo che attraversa tre nazioni, Germania, Austria e Italia, dall’enorme varietà di paesaggio e di tradizioni, bellezze d’arte e specialità enogastronomiche.

Nel territorio bellunese, la Via, percorre dapprima la zona del Feltrino partendo da Castel Tesino (TN) e passando per Lamon, Sovramonte, Pedavena fino ad arrivare a Feltre. Sale poi verso Cesiomaggiore dove ancora si conserva presso la Villa delle Centenere una delle due pietre miliari della Via, per giungere a Busche dove, attraversato il Fiume Piave, si continua nei comuni di Lentiai e Mel con il castello di Zumelle, per arrivare al passo di Praderadego che separa la provincia di Belluno da quella di Treviso.

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!

Via Claudia Augusta Altinate

L’antica strada romana che dall’Adriatico, partendo da Altino, portava fino al Danubio, rivive ora, dopo 2000 anni di storia, una nuova stagione. Voluta nel 15 a.C. dal generale romano Druso Maggiore, figlio adottivo dell’imperatore Augusto, venne ideata per aprire un valico nelle Alpi durante le campagne militari nell'attuale Austria. L'immane opera viaria venne conclusa solo 60 anni dopo dal figlio di Druso, l'imperatore Claudio (41-54 d.C.).

La Via Claudia Augusta Altinate è un ponte che unisce e mescola culture, ambienti, emozioni; è un percorso-simbolo che attraversa tre nazioni, Germania, Austria e Italia, dall’enorme varietà di paesaggio e di tradizioni, bellezze d’arte e specialità enogastronomiche.

Nel territorio bellunese, la Via, percorre dapprima la zona del Feltrino partendo da Castel Tesino (TN) e passando per Lamon, Sovramonte, Pedavena fino ad arrivare a Feltre. Sale poi verso Cesiomaggiore dove ancora si conserva presso la Villa delle Centenere una delle due pietre miliari della Via, per giungere a Busche dove, attraversato il Fiume Piave, si continua nei comuni di Lentiai e Mel con il castello di Zumelle, per arrivare al passo di Praderadego che separa la provincia di Belluno da quella di Treviso.

Punti di interesse o tappe

Alcuni luoghi da non perdere:

  • Lamon, Sovramonte e Pedavena;
  • Feltre e dintorni: la Cattedrale con l'area archeologica sottostante il sagrato, la cittadella con Piazza Maggiore ed il Castello di Alboino, il Museo Civico e la Galleria d'Arte Moderna “Carlo Rizzarda”, il Museo Diocesano d'Arte Sacra, il Santuario dei Santi Vittore e Corona ad Anzù;
  • Cesiomaggiore: Villa Tauro alle Centenere dove è conservato uno dei due cippi miliari che segnavano la Via, il Museo Storico della Bicicletta “Toni Bevilacqua”, il Museo Etnografico della Provincia di Belluno e del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi;
  • Lentiai: Chiesa di Santa Maria Assunta;
  • Mel: Piazza Papa Luciani ed il Castello di Zumelle.




Vivere le Dolomiti


Dormire e mangiare


Dolomiti da vedere


Vacanza attiva


Info