Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Palio di Feltre

Il Palio di Feltre ogni anno durante il primo weekend di agosto tinge la città dei colori dei quattro Quartieri che partecipano a corse di cavalli, gare di forza e sfilate in abiti storici.

Le contrade di Castello, Duomo, Port’Oria e Santo Stefano si contendono il prezioso Palio dipinto, ad ogni edizione, da un artista di fama internazionale. Riconosciuto Patrimonio storico e culturale della Comunità regionale veneta, il Palio di Feltre è rinato nel 1979 a ricordo della dedizione della Città alla Repubblica di Venezia nel 1404.

Il vessillo del quartiere vincente ha il diritto di essere esposto fino all'edizione successiva in Piazza Maggiore. Da venerdì fino a domenica le vie della cittadella sono animate dai cortei storici che fanno rivivere un'atmosfera quattrocentesca ai numerosi visitatori che possono anche gustare i piatti tipici locali durante le grandiose cene dei quartieri che si tengono il venerdì e che aprono i festeggiamenti.

La domenica si apre con la celebrazione solenne mattutina nel Duomo di Feltre, durante la quale viene ufficialmente benedetto il Palio ed i cavalli che parteciperanno alla corsa. Nel pomeriggio gli sbandieratori della Città si esibiscono lungo le vie di Feltre e a seguire i fantini dei quartieri si sfidano in una corsa mozzafiato in Prà del Moro, al di fuori delle mura cittadine, per ricevere in premio l'ambito drappo.

 

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!
Corsa dei cavalli in Prà del Moro (foto Ente Palio)
Notturno in Piazza Maggiroe a Feltre (foto Ente Palio)
Uno degli spettacoli teatrali messi in scena nel centro storico (foto Ente Palio)
Preparandosi per la competizione tra quartieri (foto Ente Palio)
Sputafuoco (foto Ente Palio)
Corsa dei cavalli in Prà del Moro (foto Ente Palio)
I rappresentanti della Città di Feltre al Teatro de la Sena (foto Ente Palio)
Corsa dei cavalli in Prà del Moro (foto Ente Palio)
Tiro alla fune (foto Ente Palio)
Gara di tiro con l'arco in Piazza Maggiore (foto Ente Palio)
Sfilata del quartiere Port'Oria (foto John Gubertini)
Sbandieratori in Largo Castaldi (foto Ente Palio)
Tifosi durante il Palio di Feltre  (foto Ente Palio)
Staffetta, corridore del Quartiere Santo Stefano (foto Ente Palio)

Palio di Feltre

Sfilata del quartiere Port'Oria (foto John Gubertini)

Il Palio di Feltre ogni anno durante il primo weekend di agosto tinge la città dei colori dei quattro Quartieri che partecipano a corse di cavalli, gare di forza e sfilate in abiti storici.

Le contrade di Castello, Duomo, Port’Oria e Santo Stefano si contendono il prezioso Palio dipinto, ad ogni edizione, da un artista di fama internazionale. Riconosciuto Patrimonio storico e culturale della Comunità regionale veneta, il Palio di Feltre è rinato nel 1979 a ricordo della dedizione della Città alla Repubblica di Venezia nel 1404.

Il vessillo del quartiere vincente ha il diritto di essere esposto fino all'edizione successiva in Piazza Maggiore. Da venerdì fino a domenica le vie della cittadella sono animate dai cortei storici che fanno rivivere un'atmosfera quattrocentesca ai numerosi visitatori che possono anche gustare i piatti tipici locali durante le grandiose cene dei quartieri che si tengono il venerdì e che aprono i festeggiamenti.

La domenica si apre con la celebrazione solenne mattutina nel Duomo di Feltre, durante la quale viene ufficialmente benedetto il Palio ed i cavalli che parteciperanno alla corsa. Nel pomeriggio gli sbandieratori della Città si esibiscono lungo le vie di Feltre e a seguire i fantini dei quartieri si sfidano in una corsa mozzafiato in Prà del Moro, al di fuori delle mura cittadine, per ricevere in premio l'ambito drappo.

 

Particolarità

I quattro Quartieri della Città che si contendandono il Palio hanno ciascuno un proprio emblema e comprendono parte della Città e delle frazioni circostanti.

  • Quartiere Castello

I colori e l’emblema sono della nobile famiglia Dé Gazzi: Leone oro rampante a sinistra in campo azzurro. Il Quartiere si estende sul versante Nord-Orientale della cittadella, comprendendo Piazza Maggiore ed il Castello di Alboino e, fuori le mura, la Chiesa di Loreto, Via Belluno, Via Anconetta e via Fusinato fino alle frazioni di Arson, Cart, Lasen, Vellai, Villabruna, Zermen e Vignui. Qui risiedevano alcune delle famiglie nobili feltrine: i Muffoni, i Lusa, i dé Mezzan, i Gazzi ed i Tauro.

  • Quartiere Duomo

I colori e l’emblema sono della nobile famiglia Bellati: campo blu alla fascia d'oro accompagnata in capo da una stella d'oro a otto punte, in punta da tre sbarre d'oro. Il Quartiere abbraccia la parte della Città orientata alle mura di Porta Pusterla ed al Borgo attorno alla Cattedrale; si estende a Sud con le frazioni di Villaga, Tomo, e Mugnai. Vanta le insegne nobiliari delle potenti famiglie degli antichi contadi: i Tomitano, i Marcanovo, i dà Mugnaio.

  • Quartiere Port'Oria

I colori e l'emblema rappresentano l'aquila bicipite nera di Boemia in campo oro. Il suo nome deriva dal nome di Porta Oria, ingresso orientale cittadino, che chiudeva la cinta murata della Città. Il Quartiere comprende via Luzzo ed il sottostante Borgo Ruga, si estende a via Nassa, Tortesen e san Paolo sino al Largo Castaldi che con via Garibaldi raggiungendo la Stazione Ferroviaria e l’Altanon. Abbraccia inoltre il monte Telva ed il monte Miesna insieme alle frazioni di Anzù, Cellarda, Villapiera, Nemeggio, Pont, Canal, Croci e Sanzan. Onora i blasoni delle famiglie nobili dei Bovio, Celarda, Dei, Teuponi, dé Mezzan, Zasio e Rainoni.

  • Quartiere Santo Stefano

I colori della nobile famiglia Dal Corno sono di rosso al corno da caccia d'oro. Il Quartiere si identifica con la parte Nord-Occidentale della Città, partendo da Piazza Maggiore scende via Mezzaterra sino a Porta Imperiale e continua a destra in Largo Castaldi. Comprende anche la zona del Boscariz e le frazioni di Foen, Lamen, Farra e Pren. Sono propri del Quartiere le armi degli antichi e nobili casati degli Altino, Chiario, Dobrati, dé Mezzan e Castaldi.



Dove

Nella cittadella di Feltre e in Prà del Moro.


Quando

Primo weekend di agosto.


Indirizzo:

Via Mezzaterra, 39
32032 Feltre

Contatti

Teltel +39 (0)439 2320

Faxfax +39 (0)439 2320

Emaile-mail

wwwweb