Serrai di Sottoguda

I Serrai di Sottoguda sono uno spledido esempio di come la natura sia in grado di plasmare ambienti di rara bellezza. Si tratta di un canyon di circa 2 km, scavato dal torrente Pettorina, che si sviluppa dalla frazione di Sottoguda nel comune di Rocca Pietore a Malga Ciapela, ai piedi della Marmolada.

L'erosione delle rocce provocata dallo scorrere dell'acqua nel corso dei secoli ha portato alla creazione di gole e orridi che sono oggi monumenti naturali di grande suggestione e impatto, da visitare sia in estate che in inverno.
I Serrai prendono il nome dall'espressione dialettale ladina "serrar", che significa chiudere e richiama appunto la particolare conformazione di questa gola stretta le cui pareti verticali sono alte centinaia di metri. Per secoli i Serrai di Sottoguda hanno costituito l’unica via di comunicazione per il Passo Fedaia, mentre oggi rappresentano una splendida riserva naturale.

I Serrai possono essere visitati sia partendo dall'abitato di Sottoguda sia da Malga Ciapela, a piedi oppure con il simpatico trenino attivo nel periodo estivo da giugno a settembre. Lungo la via, asfaltata e quindi facilmente percorribile da tutti, si trovano alcune bellezze naturali e non: la spettacolare cascata di Franzei, la chiesetta di S. Antonio e la Statua della Madonna dei Serrai.

Questa riserva naturale è visitabile anche in inverno, quando le pareti verticali e le cascate ghiacciate regalano uno spettacolo unico, con gli sci oppure con le ciaspe. Nella stagione invernale diventa inoltre un luogo particolarmente interessante per gli amanti dell'ice climbing: le splendide cascate che attraversano le pareti rocciose diventano infatti la migliore palestra naturale per una bella scalata sul ghiaccio.



Home Page  |  Dolomiti da vedere  |  Paesaggi naturali  |  Serrai di Sottoguda
scatta, posta e tagga
#infodolomiti