Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Alta Via delle Dolomiti n. 5

L'Alta Via delle Dolomiti n. 5 si snoda lungo un percorso di circa 90 Km, costituito da 7 tappe, che collega Sesto in Pusterìa (BZ) a Pieve di Cadore (BL).

Il percorso di questa Alta Via è dedicato al famosissimo pittore Tiziano Vecellio che a questa zona si ispirò per gli sfondi di alcuni suoi dipinti. Non a caso, anche l'arrivo è situato a Pieve di Cadore, paese di origine del grande pittore e luogo in cui è ancora oggi possibile visitare la sua casa natale.

Questa magnifica traversata tocca quattro gruppi dolomitici ed è consigliata ad escursionisti di buon livello, soprattutto per quanto riguarda la zona delle Marmarole. Qui la montagna è ancora il regno dei camosci e le difficoltà dal punto di vista alpinistico sono maggiori e accentuate da aspetti come l'isolamento, la scarsità d'acqua, la presenza di nebbie che calano velocemente.

Per gli escursionisti più esperti è possibile effettuare anche delle varianti che percorrono vie ferrate o risalgono fino a toccare le cime più famose dei vari gruppi montuosi. 

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!
Lo splendido panorama dei profili Dolomitici
Vie ferrate in sicurezza
Le cime spuntano dalla nebbia mattutina
Ammirando le Dolomiti
Uno dei bivacchi lungo il percorso
Uno dei caratteristici campanili che si possono ammirare lungo l'Alta via n.5

Alta Via delle Dolomiti n. 5

Vie ferrate in sicurezza

L'Alta Via delle Dolomiti n. 5 si snoda lungo un percorso di circa 90 Km, costituito da 7 tappe, che collega Sesto in Pusterìa (BZ) a Pieve di Cadore (BL).

Il percorso di questa Alta Via è dedicato al famosissimo pittore Tiziano Vecellio che a questa zona si ispirò per gli sfondi di alcuni suoi dipinti. Non a caso, anche l'arrivo è situato a Pieve di Cadore, paese di origine del grande pittore e luogo in cui è ancora oggi possibile visitare la sua casa natale.

Questa magnifica traversata tocca quattro gruppi dolomitici ed è consigliata ad escursionisti di buon livello, soprattutto per quanto riguarda la zona delle Marmarole. Qui la montagna è ancora il regno dei camosci e le difficoltà dal punto di vista alpinistico sono maggiori e accentuate da aspetti come l'isolamento, la scarsità d'acqua, la presenza di nebbie che calano velocemente.

Per gli escursionisti più esperti è possibile effettuare anche delle varianti che percorrono vie ferrate o risalgono fino a toccare le cime più famose dei vari gruppi montuosi. 

Punti di interesse o tappe

I tappa – Da Sesto al Rifugio Zsigmondy-Comici e al Rifugio Carducci

  • Tempo di percorrenza: 3 ore e 15 minuti dal parcheggio in Val Fiscalina
  • Sentiero: SS52, n. 102, 103, 101, 103

II tappa – Dal Rifugio Carducci al Ponte da Rin presso Auronzo

  • Tempo di percorrenza: 3 ore

III tappa – Dal Ponte da Rin al Rifugio Ciareido o al Rifugio Baion

  • Tempo di percorrenza: 5 ore
  • Sentiero: n. 273, 272

IV tappa – Dal Rifugio Baion al Bivacco “Rifugio Tiziano” per il Giau de la Tana

  • Tempo di percorrenza: 6 ore e 30 minuti
  • Sentiero: n. 262, 260, ferrata “Sentiero degli Alpini”

V tappa – Dal Bivacco “Rifugio Tiziano” al Bivacco Musatti e al Bivacco Voltolina

  • Tempo di percorrenza: 9 ore
  • Sentiero: n. 280, 278

VI tappa – Dal Bivacco Voltolina al Rifugio San Marco e al Rifugio Galassi

  • Tempo di percorrenza: 4 ore e 30 minuti
  • Sentiero: n. 278, 280, 226, 227

VII tappa – Dal Rifugio Galassi al Rifugio Antelao e a Pieve di Cadore

  • Tempo di percorrenza: da 7 ore a 7 ore e 30 minuti a seconda del percorso scelto
  • Sentiero: n. 250, 258, 250, 250/253 

Altre informazioni

Alta Via n. 5 delle Dolomiti

  • Luogo di partenza: Sesto (BZ)
  • Luogo di arrivo: Pieve di Cadore (BL)
  • Giorni di percorrenza: 7
  • Lunghezza del Percorso: 90 km circa
  • Rifugi lungo il percorso principale: 7
  • Bivacchi lungo il percorso principale: 3
  • Ristori lungo il percorso principale: 3
  • Tappa più lunga: Dal Bivacco “Rifugio Tiziano” al Bivacco Musatti e al Bivacco Voltolina- V tappa - tempo di percorrenza 9 ore
  • Tappa più breve: Dal Rifugio Carducci al Ponte da Rin presso Auronzo - tappa II - tempo di percorrenza 3
  • Tempo totale di percorrenza: 38 ore, escluse le varianti
  • Difficoltà: EE e EEA
  • Dislivello totale in salita:5700 m circa
  • Dislivello totale in discesa: 6100 m circa
  • Dislivello massimo in salita: 1152 m, dal Ponte da Rin alla Forcella Paradiso
  • Dislivello massimo in discesa: 1538 m, dalla Forcella Giralba al Ponte da Rin
  • Quota massima: Forcella Giau de la Tana, 2644 m
  • Quota minima: Auronzo di Cadore, 866 m
  • Gruppi dolomitici interessati: 4
  • Periodo apertura rifugi: 20 giugno 20 settembre
  • Segnaletica: buona ovunque
  • Periodo consigliato: da fine giugno a fine settembre 

Allegati