Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Tappa 14: da Fimaes a Son Forcia

Dall’Hotel Fiames, nei pressi della casa cantoniera, si intraprende un sentiero segnalato che conduce alla ferrata Strobel a Punta Fiames, seguendo le indicazioni per la ferrata fino a raggiungere il tracciato dell’ex ferrovia.

Da qui è necessario seguire il sentiero CAI 208 fino a L’Ošpedà. Il percorso attraversa il vecchio casello ferroviario di Fiames, la galleria di Pezovìco, il ponte sulla forra del torrente Felizòn fino ad addentrarsi nel territorio compreso nel Parco naturale regionale delle Dolomiti d’Ampezzo e, sempre seguendo il tragitto dell’antica ferrovia, raggiungere L’Ošpedà, dove si trovano un ristorante, una fontana e la più antica chiesa di Cortina dedicata ai SS. Nicolò e Biagio.

Da L’Ošpedà si intraprende il sentiero CAI 203, superando il ponte sul Ru Felizon, la Val Padeon, fino a Malga Padeon e il Cason dei Cacciatori. L’itinerario continua in salita verso il Rifugio Son Forcia, raggiungibile appena dopo aver superato il laghetto artificiale e l’omonima forcella.
 

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!

Tappa 14: da Fimaes a Son Forcia

Dall’Hotel Fiames, nei pressi della casa cantoniera, si intraprende un sentiero segnalato che conduce alla ferrata Strobel a Punta Fiames, seguendo le indicazioni per la ferrata fino a raggiungere il tracciato dell’ex ferrovia.

Da qui è necessario seguire il sentiero CAI 208 fino a L’Ošpedà. Il percorso attraversa il vecchio casello ferroviario di Fiames, la galleria di Pezovìco, il ponte sulla forra del torrente Felizòn fino ad addentrarsi nel territorio compreso nel Parco naturale regionale delle Dolomiti d’Ampezzo e, sempre seguendo il tragitto dell’antica ferrovia, raggiungere L’Ošpedà, dove si trovano un ristorante, una fontana e la più antica chiesa di Cortina dedicata ai SS. Nicolò e Biagio.

Da L’Ošpedà si intraprende il sentiero CAI 203, superando il ponte sul Ru Felizon, la Val Padeon, fino a Malga Padeon e il Cason dei Cacciatori. L’itinerario continua in salita verso il Rifugio Son Forcia, raggiungibile appena dopo aver superato il laghetto artificiale e l’omonima forcella.
 

Altre informazioni

Dislivello: 1100 m in salita
Fiames (1280 m) – Rifugio Son Forcia (2215 m)
 





Dormire e mangiare