Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Dal Passo Staulanza al Monte Crot

Un'escursione di media difficoltà che dal Passo Staulanza  conduce alla cima del Monte Crot, monte di modeste dimensioni collocato nel comune di Selva di Cadore tra gli imponenti Pelmo e Civetta, dove un panorama a 360° si apre sull’intero scenario dolomitico; da qui si ammirano il Pelmo, il Civetta, la Marmolada, il gruppo montuoso del Sella, l’Antelao, il Becco del Mezzodì e tante altre cattedrali di roccia magistralmente plasmate dalla natura, prezioso patrimonio dell’Umanità.

L’itinerario ha inizio nei pressi del Rifugio di Passo Staulanza (sulla ss 251 a 1766 m), dove si prende una mulattiera che sale verso la cima del monte regalando una bella vista sulla Val Fiorentina.
Facilmente percorribile, il sentiero diviene più difficoltoso in prossimità della cima, dove si alternano brevi salite caratterizzate da alcune roccette.

Tempo di percorrenza: 1,30 h

Dislivello: 400 m

È possibile raggiungere la cima del Monte Crot attraverso un percorso alternativo: partendo dall’area pic-nic situata nei pressi di Pescul si intraprende un mulattiera che conduce all’ex ristoro Sa Lander, dove è necessario imboccare un sentiero verso Forcella Pecol e seguire poi le indicazioni per “Crot”.
 

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!

Dal Passo Staulanza al Monte Crot

Un'escursione di media difficoltà che dal Passo Staulanza  conduce alla cima del Monte Crot, monte di modeste dimensioni collocato nel comune di Selva di Cadore tra gli imponenti Pelmo e Civetta, dove un panorama a 360° si apre sull’intero scenario dolomitico; da qui si ammirano il Pelmo, il Civetta, la Marmolada, il gruppo montuoso del Sella, l’Antelao, il Becco del Mezzodì e tante altre cattedrali di roccia magistralmente plasmate dalla natura, prezioso patrimonio dell’Umanità.

L’itinerario ha inizio nei pressi del Rifugio di Passo Staulanza (sulla ss 251 a 1766 m), dove si prende una mulattiera che sale verso la cima del monte regalando una bella vista sulla Val Fiorentina.
Facilmente percorribile, il sentiero diviene più difficoltoso in prossimità della cima, dove si alternano brevi salite caratterizzate da alcune roccette.

Tempo di percorrenza: 1,30 h

Dislivello: 400 m

È possibile raggiungere la cima del Monte Crot attraverso un percorso alternativo: partendo dall’area pic-nic situata nei pressi di Pescul si intraprende un mulattiera che conduce all’ex ristoro Sa Lander, dove è necessario imboccare un sentiero verso Forcella Pecol e seguire poi le indicazioni per “Crot”.
 





Dormire e mangiare


Dolomiti da vedere


Info