Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Civetta

La Ski Area, inserita nel Dolomiti Superski, è un importante carosello che offre 80 km di piste di varia difficoltà, distribuite su 23 moderni impianti di risalita.
Il panorama è tra i più belli delle Dolomiti, potendo sciare davvero ai piedi di montagne come il Civetta e il Pelmo, attorno alle quali si snoda il comprensorio.

Le località, da cui è possibile accedere direttamente a tutte le piste, sono Alleghe, che vanta 26 km di piste, Selva di Cadore, con 18 km e Zoldo/Palafavera, che annovera un totale di 21 km di piste. Nel comprensorio si scia su tre diverse valli: la Val Cordevole (Alleghe), la Val Fiorentina (Selva di Cadore) e la Val di Zoldo, con Palafavera, Zoldo Alto e Forno di Zoldo.
Proprio a Zoldo, nelle tre piste a valle servite dalla cabinovia, tra cui due rosse e una nera per un totale di 5 km, è possibile sciare di notte grazie ad un perfetto sistema di illuminazione notturna e alle piste sempre perfettamente battute.

Lo Ski Civetta propone inoltre due snowpark, ad Alleghe e Zoldo, piste da boardercross, il Big Air Bag, il maxi materasso 15x15 metri che consente capriole ed evoluzioni sci ai piedi in massima sicurezza, oltre alle piste baby per i principianti.

Le altre aree sciistiche del Dolomiti Superski sono collegate allo Ski Area Civetta grazie ad un servizio di skibus, che permette anche di completare lo “Ski Tour della Grande Guerra 1915-18", che si snoda sotto le pareti delle più belle cime dolomitiche fondendo storia e natura di quest’area dichiarata Patrimonio dell’Umanità.
 

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!
L'emozione di camminare nella neve fresca (foto M. Dell'Agnola)
Una discesa in compagnia (foto M. Dell'Agnola)
La funivia di Alleghe il miglior modo per raggiungere gli impianti
Una sosta lungo il percorso (foto M. Dell'Agnola)
Una discesa immersa nel bianco (foto M. Dell'Agnola)
sulle piste del Civetta (foto M. Dell'Agnola)
Una meritata sosta sulla neve
Sciando a tu per tu con le Dolomiti (foto M. Dell'Agnola)
Trick al snowpark Civetta
L'emozione di una discesa perfetta (foto M. Dell'Agnola)

Civetta

Sulle piste del Civetta (foto M. Dell'Agnola)

La Ski Area, inserita nel Dolomiti Superski, è un importante carosello che offre 80 km di piste di varia difficoltà, distribuite su 23 moderni impianti di risalita.
Il panorama è tra i più belli delle Dolomiti, potendo sciare davvero ai piedi di montagne come il Civetta e il Pelmo, attorno alle quali si snoda il comprensorio.

Le località, da cui è possibile accedere direttamente a tutte le piste, sono Alleghe, che vanta 26 km di piste, Selva di Cadore, con 18 km e Zoldo/Palafavera, che annovera un totale di 21 km di piste. Nel comprensorio si scia su tre diverse valli: la Val Cordevole (Alleghe), la Val Fiorentina (Selva di Cadore) e la Val di Zoldo, con Palafavera, Zoldo Alto e Forno di Zoldo.
Proprio a Zoldo, nelle tre piste a valle servite dalla cabinovia, tra cui due rosse e una nera per un totale di 5 km, è possibile sciare di notte grazie ad un perfetto sistema di illuminazione notturna e alle piste sempre perfettamente battute.

Lo Ski Civetta propone inoltre due snowpark, ad Alleghe e Zoldo, piste da boardercross, il Big Air Bag, il maxi materasso 15x15 metri che consente capriole ed evoluzioni sci ai piedi in massima sicurezza, oltre alle piste baby per i principianti.

Le altre aree sciistiche del Dolomiti Superski sono collegate allo Ski Area Civetta grazie ad un servizio di skibus, che permette anche di completare lo “Ski Tour della Grande Guerra 1915-18", che si snoda sotto le pareti delle più belle cime dolomitiche fondendo storia e natura di quest’area dichiarata Patrimonio dell’Umanità.