Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Val Comelico

Circondata da vette dolomitiche di eccezionale bellezza, l’area Val Comelico presenta da ogni angolazione cime ineguagliabili: il Gruppo del Popera,in un’area del patrimonio UNESCO, con cima Bagni, cima Undici, Croda Rossa ed i suoi satelliti, il Vallon Popera con il rifugio Berti; la cresta di confine con il Cavallino ed il Peralba, la cresta del Ferro, le Dolomiti Pesarine, le Terze e i Brentoni.

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!

Val Comelico

Comelico, Val Visdende, Val Grande, Popera, Croda Rossa, Peralba, sorgenti del Piave, Laghi d’Olbe

Circondata da vette dolomitiche di eccezionale bellezza, l’area Val Comelico presenta da ogni angolazione cime ineguagliabili: il Gruppo del Popera,in un’area del patrimonio UNESCO, con cima Bagni, cima Undici, Croda Rossa ed i suoi satelliti, il Vallon Popera con il rifugio Berti; la cresta di confine con il Cavallino ed il Peralba, la cresta del Ferro, le Dolomiti Pesarine, le Terze e i Brentoni.

Cosa fare

Sciare nell’area di Comelico: le favolose piste da sci dell’Alta Val Comelico che da Padola raggiungono i duemila metri di Col d’la Tenda, faranno parte del più grande comprensorio sciistico del mondo, il Dolomiti Superski. Un unico skipass che comprende il comprensorio sciistico Val Comelico-Alta Pusteria, dove cimentarsi anche sui 77 km di piste del nuovo “Giro delle Cime”.
Il comprensorio sciistico di Sappada offre altresì l’opportunità di divertimento per tutta la famiglia. Le piste sono assolate, di media difficoltà, e tutte collegate tra loro da un comodo ski bus e da un simpatico trenino.
Non manca qualche tratto “nero”, per i più esperti, mentre per contro, negli assolati campetti di borgata Bach e di Cimasappada, principianti e bambini possono muovere in piena sicurezza i primi passi sugli sci!

Sci di fondo: Sappada è rinomata Terra di Campioni dello sci nordico: nei suoi 20 chilometri di piste di fondo, di varia lunghezza e difficoltà, si allenano infatti gli olimpionici Silvio Fauner e Pietro Piller Cottrer .
Le piste per lo sci di fondo della Val Comelico tra Padola e Valgrande, che si snodano tra suggestivi boschi di abete rosso in una natura ancora incontaminata, sono perfette sia per la tecnica classica che per lo skating (qui si è a lungo allenato il campione mondiale Maurilio De Zolt) e son inserite negli oltre 1.300 km di piste del Dolomiti Nordic Ski.

Per i più piccoli: a Sappada vi aspetta il più grande parco giochi sulla neve del nord-est. 70.000 mq di puro divertimento con: piste per lo snow tubing e piste per slittino e bob, servite da comodissimi tapis-ro­ulant; il coloratissimo Nevelandia Village, villaggio gonfiabile per i più piccini; giochi, pattinaggio, punti ristoro e, nelle immediate vicinanze, la possibilità per i più temerari di sbizzarrirsi con quad e motoslitte.
Per grandi e piccini, non solo gioco: invitanti i silenzi del bosco, delle vallette innevate dove passeggiare e ritemprarsi, fare il pieno di armonia in una natura accogliente e maestosa

Passeggiate con le ciaspe e pause rigeneranti: camminare in Val Comelico d’inverno è davvero suggestivo, molte sono le proposte di escursione sulla neve a piedi e con le racchette da neve, “ciaspe o ciaspole”, per scoprire la natura della valle di giorno o al chiaro di luna, da soli o in gruppo, “galleggiando” sulla neve e divertendosi in compagnia. Un pieno di energia e sport, da chiudere in bellezza, assaporando un caldo vin brulé e gustando i deliziosi piatti tipici.


Estate: l’area di Sappada, con i suoi 120 Km di sentieri, è meta ambita dagli escursionisti perché in grado di offrire dalla semplice passeggiata sino alle impegnative vie ferrate. Fra le mete più gettonate vi è quella ai magnifici Laghi d’Olbe, raggiungibili sia da fondovalle, sia percorrendo un tratto in seggiovia durante la stagione estiva. Anche per chi resta in paese l’offerta è vastissima: golf, tennis, minigolf, Parco della Fauna Alpina, pesca sportiva presso il laghetto Ziegelhutte, trekking a cavallo, percorsi in bici, ed anche un leggero brivido con l’Adventure Park.

La lingua germanofona, i tre Musei che testimoniano la storia e la cultura locali, le tradizioni religiose, la particolare architettura rurale, aggiungono suggestione alla magia di questo luogo incantato: e basta percorrere le borgate della Sappada Vecchia per rendersene conto, con le sue antiche case di legno costruite col sistema del Blockbau.

Sia d’inverno che d’estate, a tenere alte le tradizioni della vallata è il Gruppo Folcloristico degli Holzhockar (Taglialegna) con le sue magnifiche danze mimiche.

Le sorgenti del Piave: fra le mete classiche della conca sappadina vi è quella alle Sorgenti del Piave, ai piedi del Monte Peralba, al confine con l’Austria: suggestivo luogo naturalistico e storico, teatro di battaglia durante la Prima Guerra Mondiale, di cui sono rimasti a testimonianza trincee e camminamenti. 8 chilometri da percorrere a piedi, in MTB o anche in automobile con possibilità di sostare nei numerosi rifugi e baite che si incontrano lungo il percorso.

Fra le mete più “gettonate” della conca sappadina, i magnifici Laghi d’Olbe , raggiungibili sia dalle Sorgenti del Piave, sia dal paese, anche percorrendo un tratto in seggiovia durante la stagione estiva.

La magia del bosco: la Val Visdende, con i suoi magnifici boschi proprietà delle “Regole” e gli immensi prati solcati da torrenti, è stata definita “Tem­pio di Dio, Inno al Creatore”. Molte le opportunità di escursione, sia a fondovalle, nei suoi pittoreschi “villaggi”, sia in quota, ad esempio con il bellissimo “Giro delle Malghe”.

Mountain bike nel verde Comelico: la Val Comelico è ideale per tutti gli appassionati di mountain bike, lungo gli splendidi percorsi della Pedalonga, in Valgrande e in Val Visdende, attraverso i pascoli ed i caratteristici paesi dell’intera valle, con: escursioni a piedi nei boschi millenari, itnerari sulle tracce della Grande Guerra in Vallon Popera e Passo della Sentinella.

Carnevale e maestria del legno: il Carnevale di Sappada annuncia una primavera ancora lontana ma attesissima. Il Rollate, imponente uomo-orso, masche­ra guida del Carnevale, avanza facendo risuonare le biglie di bronzo che porta legate alla vita. Il lungo tempo del Carnevale è scandito da alcuni appuntamenti chiave: la Domenica dei Poveri, quella dei Contadini, dei Signori, il Lunedì e Martedì Grasso.

Il Carnevale e’ particolarmente sentito anche a Comelico Superiore, dove ogni anno si rinnova la tradizione della “Maskarada”: antico rito del travestimento, con le raffinate e coloratissime maschere “lachè “ e “matazin”, e del percorrere le vie del paese con balli e musica di grande fascino.

Sia a Sappada che in Val Comelico, l’artigianato tipico è di grande interesse, in particolare nell’ambito della scultura e dell’intaglio ligneo.

I comuni I comuni
Scrigni di perle dolomitiche

Comelico Superiore
Situato al confine con Bolzano e l’Austria, Comelico Superiore è un interessante polo turistico ...

Danta di Cadore
Danta sorge in un angolo del Cadore dove la natura è incontaminata e regna un’atmosfera di ...

San Nicolò di Comelico
San Nicolò di Comelico è un piccolo comune collocato in una verdeggiante vallata e circondato ...

San Pietro di Cadore
San Pietro di Cadore è collocato geograficamente tra Santo Stefano, San Nicolò Comelico e ...

Santo Stefano di Cadore
Santo Stefano di Cadore è il centro amministrativo e commerciale del Comelico, collocato nel ...


Allegati





Vivere le Dolomiti


Dormire e mangiare


Dolomiti da vedere


Vacanza attiva


Info