Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Valle del Biois

La corona di vette dolomitiche che circonda la Valle del Biois è straordinaria: a sud Pale di San Martino e Focobon, verso nord Marmolada e Cime d’Auta, ad est il gruppo del Civetta con il Monte Pelmo sullo sfondo. È questa una delle aree più belle e complete per una vacanza sulle Dolomiti, conosciuta anche come la “Valle con i santi alle finestre” per le tantissime immagini votive affrescate sugli edifici della zona.

Vi si incontrano le località di: Cencenighe, che accoglie il visitatore all’imbocco della valle; Vallada Agordina, ove sorge l’antica chiesa di S. Simon; Canale d’Agordo, paese natale di Papa Giovanni Paolo I; Caviola e, naturalmente, la bellissima e rinomata Falcade.

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!

Valle del Biois

Falcade, Focobon, Val di Gares, Comelle, San Pellegrino, Valfredda, Cime d'Auta

La corona di vette dolomitiche che circonda la Valle del Biois è straordinaria: a sud Pale di San Martino e Focobon, verso nord Marmolada e Cime d’Auta, ad est il gruppo del Civetta con il Monte Pelmo sullo sfondo. È questa una delle aree più belle e complete per una vacanza sulle Dolomiti, conosciuta anche come la “Valle con i santi alle finestre” per le tantissime immagini votive affrescate sugli edifici della zona.

Vi si incontrano le località di: Cencenighe, che accoglie il visitatore all’imbocco della valle; Vallada Agordina, ove sorge l’antica chiesa di S. Simon; Canale d’Agordo, paese natale di Papa Giovanni Paolo I; Caviola e, naturalmente, la bellissima e rinomata Falcade.

Cosa fare

Sciare a Falcade: siamo nel cuore delle Dolomiti, versante veneto della Ski Area Trevalli: 27 impianti di risalita e una rete di innevamento programmato, tra le migliori d’Europa, capace di coprire il 100% dei percorsi. Variegata l’offerta delle piste con 29 blu, 17 rosse, 7 nere.

La Ski Area Tre Valli è certificata dal marchio Piste Azzurre, ovvero le piste scelte dalla nazionale italiana di sci alpino per gli allenamenti in vista delle gare di Coppa del Mondo. Il comprensorio è anche parte del Dolomiti Superski e dei suoi 1.200 km di piste: un solo skipass per 12 zone sciistiche tra le più famose al mondo

Snowboard e tour delle emozioni: a Falcade un modernissimo Snowpark attende tutti gli appassionati di snowboard. L’area è interamente dedicata ai giovani appassionati di evoluzioni acrobatiche sulla tavola e, per chi desidera solo godersi lo spettacolo, è comodamente raggiungibile anche senza sci.

Due scuole sci e snowboard, con 40 maestri, sono a disposizione per lezioni individuali e collettive; per i bambini vi sono corsi ad hoc nei due campi scuola del comprensorio e corsi specifici sono organizzati per persone diversamente abili. Ed ancora, ski tour accompagnati, come il romantico Tour delle Emozioni con i suoi 12 km di pista degli innamorati.

A Falcade vi è anche un rinomato Ski College con corsi di studio ad indirizzo economico ed alberghiero legati all’attività sportiva al quale accedono studenti-atleti provenienti da ogni parte d’Italia.

Sci di fondo: asta la scelta per gli appassionati dello sci di fondo. Nella Valle del Biois ci sono una serie di anelli di varia difficoltà, sempre coperti di soffice neve grazie all’innevamento programmato.

Falcade offre due percorsi rispettivamente di 3 e 5 km, di cui 2 km illuminati per sciare anche in notturna.

La Scuola di Sci Nordico Falcade è a disposizione tutta la stagione e vi è inoltre la possibilità di noleggiare l’attrezzatura necessaria direttamente sul posto. A Canale d’Agordo, in Val di Gares, altri 5 km di tracciati, omologati FISI.

Divertirsi sulla neve: Falcade e la Valle del Biois non sono solo sci. Una pista per Snow Tubing vi aspetta al rifugio Flora Alpina, con tanti gommoni colorati per scivolare sulla neve con tutta la famiglia, anche in notturna, camminate con le ciaspe, arrampicata su ghiaccio, passeggiate su slitta trainata dai cavalli, carving, telemark, uscite in motoslitta, pattinaggio su ghiaccio. E ancora: après ski, musica dal vivo nei rifugi, spettacoli, fiaccolate sulla neve e centri benessere per trascorrere al meglio la vostra vacanza anche quando scende la notte.

Estate: la “Piana”, ovvero la vasta zona pianeggiante che dal centro del paese si estende sino a Caviola, è la grande ricchezza della valle, specialmente d’estate quando si ricopre di verde e diventa teatro di giochi, passeggiate, incontri. Qui sorge un ampio ed attrezzato parco divertimenti, con un delizioso laghetto, che aspetta tutti i bimbi per correre, saltare e divertirsi tra strutture gonfiabili per i più piccini, tappeti elastici, campi di pallavolo, area per pic-nic.

Passeggiate e percorsi in quota:
per chi ama camminare nel bosco, da Falcade sono facilmente raggiungibili la Valle del Focobon e la Valfredda, dalla quale proseguire per Forcella Forca Rossa, con memorabile punto panoramico a 2490 m, e la possibilità di spingersi sino a Malga Ciapela, ai piedi della Marmolada. Di particolare rilevanza storica il percorso escursionistico “Via H. W. Tilman” sui sentieri segnati dai partigiani durante la Seconda Guerra Mondiale, mentre a Bastiani, frazione di Cencenighe, si snoda un percorso attraverso le antiche “Ial”, grandi spazi un tempo usati per
le carbonaie.

Per i meno esperti molto suggestive sono la camminata tra i tabià della Valfredda, la valle dei pascoli di Falcade; quelle alle cascate della Val di Gares o all’accogliente Malga Stia.

Le Guide Alpine XMountain organizzano settimanalmente attività legate alla montagna e una serie di ferrate diversificate per livello ed età.

Bici e mountain bike: agli appassionati di mountain bike la Valle del Biois offre affascinanti itinerari che si inoltrano nei boschi, seguendo il corso dei ruscelli, raggiungendo punti panoramici di rara bellezza sino alle mete più ardite dei rifugi in quota, anche con uscite di gruppo con guida. Per chi invece preferisce pedalate più soft, per tutta la famiglia, sono ideali i due km di percorso sulla Piana di Falcade, parte della nuova pista ciclabile che si snoda lungo tutta la Valle.

Canale d’Agordo, tra fede e natura: paese natale di Albino Luciani, Papa Giovanni Paolo I, Canale d’Agordo è uno scrigno di spiritualità, fede e bellezza. Il grazioso centro è arricchito da numerosi e tipici tabià cinquecenteschi, con scorci meravigliosi sulle maestose vette del Civetta e dei Lastéi, l’imponente Altopiano delle Comèlle, le Cime d’Auta e la Marmolada.

Qui si può sostare davanti alla casa natale di Papa Luciani e, in piazza della Pieve, visitare il museo e l’interessante mostra fotografica e documentaria che ne ripercorre la vita. Una via crucis, che parte dalla piazza principale, si inoltra per circa 2 km nel bosco attraverso una piacevole passeggiata. Lungo le 15 stazioni sono posizionati grandi massi di roccia bianca, con formelle in bronzo, opera dell’artista Franco Murer.

I comuni I comuni
Scrigni di perle dolomitiche

Canale d'Agordo
Canale d’Agordo è un tranquillo paese della vallata agordina, noto per aver dato i natali ...

Cencenighe Agordino
Cencenighe Agordino, collocato nel punto di confluenza tra i torrenti Biois e Cordevole, è ...

Falcade
Falcade vanta a giusto titolo la qualifica di capoluogo della Val Biois, oltre che quella ...

Vallada Agordina
Vallada Agordina è, come in altri casi in Agordino, un comune sparso composto da diverse frazioni ...


Allegati





Vivere le Dolomiti


Dormire e mangiare


Dolomiti da vedere


Vacanza attiva


Info

Come arrivare

  • In automobile:
    • da nord: autostrada A22 del Brennero, uscita Egna, si prosegue sulla statale 48 per Passo San Pellegrino.
    • da Sud: autostrada A27, uscita Belluno, si prosegue sulla statale 203, direzione Agordo, fino a Cencenighe ove si svolta a sinistra, statale 346.
  • In treno:
    • sino a Belluno ove si prosegue con pullman Dolomitibus - km 48.
    • sino a Bolzano ove si prosegue con pullman Trentino Trasporti (collegamento stagionale) - km 70.
  • In aereo: gli aeroporti più vicini: Venezia “Marco Polo”, km 144- Treviso “Antonio Canova”, km 136 - Verona “Valerio Catullo”, km 200.