Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Premio Pelmo d'Oro in Comelico

Ai piedi della Valvisdende, la valle che merita di essere vista, e della bianca piramide del monte Peralba, i comuni di Santo Stefano di Cadore e di San Pietro di Cadore si preparano ad accogliere la diciannovesima edizione del “Pelmo d’Oro”, sabato 30 luglio 2016 alle ore 10,30.

Prima a Santo Stefano di Cadore, nella sala del Cinema Piave, e poi nella magnifica cornice di palazzo Poli de Pol a San Pietro di Cadore, la terra ladina si prepara ad accogliere i premiati Pelmo d’Oro 2016, Pierangelo Verri, Giorgio Redaelli e Marco Albino Ferrari che saranno presentati da brevi filmati curati da Italo Zandonella Callegher. Il Premio Speciale della Provincia è assegnato al comeliano Maurilio De Zolt. Il giornalista Bepi Casagrande coordinerà l'evento.

Gli appassionati di filatelia potranno trovare sabato 30 luglio il consueto speciale annullo filatelico dedicato al premio Pelmo, con cartoline d'epoca tratte dall'archivio Danieli (famiglia di fotografi attivi in Cadore a partire dalla prima metà del novecento), e corredate anche da francobolli particolari come quello che Poste Italiane ha dedicato alle Dolomiti Patrimonio UNESCO e appartenente alla serie tematica “il Patrimonio naturale e paesaggistico”.

Nella mattinata, a partire dalle ore 9,00 sarà possibile accedere in anteprima alla mostra fotografica dell'archivio Danieli, nel pomeriggio sono previste visite guidate alla Villa Poli de Pol di San Pietro di Cadore.

Il Premio consiste in una artistica riproduzione del monte Pelmo - massiccio emblematico del fascino delle Dolomiti, imponente cerniera tra Val Fiorentina, Val di Zoldo e Valle del Boite - opera dello scultore agordino Gianni Pezzei. Il Premio speciale della Provincia è un'opera offerta dallo scultore e guida alpina bellunese Ettore Bona.

La manifestazione gode del patrocinio della Fondazione Dolomiti UNESCO e della Regione Veneto.

Essenziale la collaborazione della “casa comune” di CAI-CNSAS-GUIDE, di Grafiche Antiga di Crocetta del Montello ed il fondamentale contributo del Consorzio dei Comuni Bim Piave.

Collaborano alla giornata del Pelmo: la Fondazione Centro Studi Transfrontalieri, il CAI Val Comelico, l'Unione Montana Comelico e Sappada, la Magnifica Comunità di Cadore, la Regola di Campolongo, Bar 2000 – Caffè Letterario, l'Associazione Comelico Climb, il Gruppo Rondi, Costaltarte, Confcommercio Belluno, Coldiretti Belluno.

Un nutrito e variegato programma corolla il Pelmo in Comelico.

Le terre alte bellunesi celebrano un'edizione all'insegna di escursioni, momenti dedicati alla storia, geologia, arrampicata e alle buone pratiche in montagna (e relativi laboratori), al ricordo del paesaggio montano di inizio Novecento. Esperienze culturali dislocate nei borghi caratteristici dei comuni di San Pietro e Santo Stefano di Cadore saranno occasione per conoscere (magari per la prima volta) paesi ladini come la borgata di Costalta, il paese di legno del Comelico, o antiche istituzioni come le Regole. Il calendario eventi e premiati è scaricabile dagli allegati.

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!

Premio Pelmo d'Oro in Comelico

Altri appuntamenti
19° edizione del premio Pelmo d'Oro

Ai piedi della Valvisdende, la valle che merita di essere vista, e della bianca piramide del monte Peralba, i comuni di Santo Stefano di Cadore e di San Pietro di Cadore si preparano ad accogliere la diciannovesima edizione del “Pelmo d’Oro”, sabato 30 luglio 2016 alle ore 10,30.

Prima a Santo Stefano di Cadore, nella sala del Cinema Piave, e poi nella magnifica cornice di palazzo Poli de Pol a San Pietro di Cadore, la terra ladina si prepara ad accogliere i premiati Pelmo d’Oro 2016, Pierangelo Verri, Giorgio Redaelli e Marco Albino Ferrari che saranno presentati da brevi filmati curati da Italo Zandonella Callegher. Il Premio Speciale della Provincia è assegnato al comeliano Maurilio De Zolt. Il giornalista Bepi Casagrande coordinerà l'evento.

Gli appassionati di filatelia potranno trovare sabato 30 luglio il consueto speciale annullo filatelico dedicato al premio Pelmo, con cartoline d'epoca tratte dall'archivio Danieli (famiglia di fotografi attivi in Cadore a partire dalla prima metà del novecento), e corredate anche da francobolli particolari come quello che Poste Italiane ha dedicato alle Dolomiti Patrimonio UNESCO e appartenente alla serie tematica “il Patrimonio naturale e paesaggistico”.

Nella mattinata, a partire dalle ore 9,00 sarà possibile accedere in anteprima alla mostra fotografica dell'archivio Danieli, nel pomeriggio sono previste visite guidate alla Villa Poli de Pol di San Pietro di Cadore.

Il Premio consiste in una artistica riproduzione del monte Pelmo - massiccio emblematico del fascino delle Dolomiti, imponente cerniera tra Val Fiorentina, Val di Zoldo e Valle del Boite - opera dello scultore agordino Gianni Pezzei. Il Premio speciale della Provincia è un'opera offerta dallo scultore e guida alpina bellunese Ettore Bona.

La manifestazione gode del patrocinio della Fondazione Dolomiti UNESCO e della Regione Veneto.

Essenziale la collaborazione della “casa comune” di CAI-CNSAS-GUIDE, di Grafiche Antiga di Crocetta del Montello ed il fondamentale contributo del Consorzio dei Comuni Bim Piave.

Collaborano alla giornata del Pelmo: la Fondazione Centro Studi Transfrontalieri, il CAI Val Comelico, l'Unione Montana Comelico e Sappada, la Magnifica Comunità di Cadore, la Regola di Campolongo, Bar 2000 – Caffè Letterario, l'Associazione Comelico Climb, il Gruppo Rondi, Costaltarte, Confcommercio Belluno, Coldiretti Belluno.

Un nutrito e variegato programma corolla il Pelmo in Comelico.

Le terre alte bellunesi celebrano un'edizione all'insegna di escursioni, momenti dedicati alla storia, geologia, arrampicata e alle buone pratiche in montagna (e relativi laboratori), al ricordo del paesaggio montano di inizio Novecento. Esperienze culturali dislocate nei borghi caratteristici dei comuni di San Pietro e Santo Stefano di Cadore saranno occasione per conoscere (magari per la prima volta) paesi ladini come la borgata di Costalta, il paese di legno del Comelico, o antiche istituzioni come le Regole. Il calendario eventi e premiati è scaricabile dagli allegati.


Allegati



Dove

Cinema Piave
via Venezia , 19
32045 Santo Stefano di Cadore


Quando

Dal 23/07/2016 al 12/08/2016
dalle ore 10,30


Organizzato da:

Provincia di Belluno - Comuni di Santo Stefano e San Pietro di Cadore


Contatti

Teltel +39 (0)437 959 144

Emaile-mail

wwwweb