Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Seren del Grappa

Seren del Grappa dista pochi minuti da Feltre e delimita le ultime propaggini del Monte Tomatico (1594 m) e del Monte Santo (1538 m), al margine meridionale della piana feltrina.

Il territorio è costellato da numerose frazioni tra cui Rasai, che si raggruppa attorno alla chiesa dalle linee neoclassiche e Porcen, con la chiesa che ospita dei magnifici affreschi del quattrocentesco pittore Giovanni di Francia e, sull’altare maggiore, un dipinto di Jacopo da Valenza datato 1504.

Da Porcen un sistema di sentieri, denominato l’Alta via degli Eroi, conduce a Bassano del Grappa percorrendo in cresta le cime della dorsale est del Monte Grappa; questo percorso è stato ideato a ricordo dei tragici eventi della Grande Guerra avvenuti in questo territorio.

La zona presenta molte malghe, ancora oggi attive, in cui è possibile assaporare i formaggi locali o trovare ospitalità per escursionisti colti dal maltempo.

Seren del Grappa si scorge da lontano grazie alla posizione panoramica e alla mole bianca della settecentesca chiesa che svetta insieme al campanile; scendendo verso il fondovalle si può ammirare la duecentesca chiesetta di San Siro.

Dominano il territorio le Vette Feltrine e il massiccio del Grappa, entrambi luoghi di interessanti escursioni sia a piedi che in mountain bike. La Valle di Seren ed il Monte Grappa, teatro dei combattimenti durante la Grande Guerra, sono oggi meta di numerosi percorsi che partono in particolare dal Rifugio Bocchette e comprendono anche il monumentale Cimitero Ossario a Cima Grappa. Dopo la disfatta di Caporetto avvenuta il 24 ottobre 1917, infatti, la linea difensiva italiana di stabilizzò tra il Piave e il Monte Grappa e proprio il territorio di Seren del Grappa fu aspro teatro di guerra.

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!
Caupo, chiesa dei Santi Vito e Modesto, affresco, XVI sec. (foto Carlo Quaglianello)
Cima Grappa, Ossario monumentale della Grande Guerra
Seren del Grappa, veduta
Tramonto a Malga Bocchette
Noce feltrina
Specchio d'acqua nei pressi di Malga Bocchette (foto F. Sovilla)
Verso il Monte Grappa (foto F. Sovilla)
Fojaroi, tipica casa della Valle di Seren (foto F. Sovilla)
Veduta dal Monte Grappa (foto Sartoretto)
Rasai, chiesa di San Martino, Angioletto sex XVII (foto Carlo Quaglianello)

Seren del Grappa

Seren del Grappa

Seren del Grappa dista pochi minuti da Feltre e delimita le ultime propaggini del Monte Tomatico (1594 m) e del Monte Santo (1538 m), al margine meridionale della piana feltrina.

Il territorio è costellato da numerose frazioni tra cui Rasai, che si raggruppa attorno alla chiesa dalle linee neoclassiche e Porcen, con la chiesa che ospita dei magnifici affreschi del quattrocentesco pittore Giovanni di Francia e, sull’altare maggiore, un dipinto di Jacopo da Valenza datato 1504.

Da Porcen un sistema di sentieri, denominato l’Alta via degli Eroi, conduce a Bassano del Grappa percorrendo in cresta le cime della dorsale est del Monte Grappa; questo percorso è stato ideato a ricordo dei tragici eventi della Grande Guerra avvenuti in questo territorio.

La zona presenta molte malghe, ancora oggi attive, in cui è possibile assaporare i formaggi locali o trovare ospitalità per escursionisti colti dal maltempo.

Seren del Grappa si scorge da lontano grazie alla posizione panoramica e alla mole bianca della settecentesca chiesa che svetta insieme al campanile; scendendo verso il fondovalle si può ammirare la duecentesca chiesetta di San Siro.

Dominano il territorio le Vette Feltrine e il massiccio del Grappa, entrambi luoghi di interessanti escursioni sia a piedi che in mountain bike. La Valle di Seren ed il Monte Grappa, teatro dei combattimenti durante la Grande Guerra, sono oggi meta di numerosi percorsi che partono in particolare dal Rifugio Bocchette e comprendono anche il monumentale Cimitero Ossario a Cima Grappa. Dopo la disfatta di Caporetto avvenuta il 24 ottobre 1917, infatti, la linea difensiva italiana di stabilizzò tra il Piave e il Monte Grappa e proprio il territorio di Seren del Grappa fu aspro teatro di guerra.





Dormire e mangiare


Dolomiti da vedere