Sovramonte
Servo di Sovramonte

La piana di Sovramonte si raggiunge percorrendo la strada statale che da Feltre si dirige verso Fiera di Primiero; attraversato il ponte sul torrente Cismon, si volge a destra risalendo il fianco sinistro della stretta valle fino a giungere sulla vasta terrazza dominata dal Monte Vallata (2167 m) e dal Monte Avena (1454 m).

Superata la frazione di Sorriva, si scorge il piccolo colle su cui è stata edificata la chiesa di San Giorgio in posizione strategica e popolata almeno dal VII secolo dati i reperti qui rinvenuti. La chiesa è tra gli edifici di culto più importanti ed antichi del territorio Feltrino: all'interno vasti brani d'affresco di varie epoche, i più antichi sono databili al XV secolo, e sono stati realizzati da diversi artisti tra cui Giovanni di Francia, Marco da Mel e Andrea Nasocchio.

Servo è il centro principale del territorio, raccolto attorno all'antica pieve di Santa Maria, a nord della piana di Sovramonte dove il terreno comincia a salire verso le pendici del Monte Vallazza (2167 m). Presso la frazione di Zorzoi, quasi a picco sulla profonda valle del torrente Cismon, sorgeva il castello di Schener a guardia del passaggio, un tempo obbligato, verso il Trentino, di cui oggi rimangono alcuni ruderi.

Salendo verso le pendici del Monte Vallazza e raggiungendo le frazioni di Salzen e di Aune, si incontra l’antico tracciato della strada romana Claudia Augusta Altinate, percorribile a piedi, in mountain bike o a cavallo grazie ad un percorso tabellato.

Passo Croce d'Aune (1011 m) è uno dei principali ingressi per il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi e si posiziona a collegamento tra il Monte Avena (1454 m) ed i costoni meridionali delle Vette Feltrine; luogo frequentato fin da tempi preistorici, tanto che allo sbocco della Val Rosna verso Fiera di Primiero, è stato scoperto un sito paleolitico, costituito da una sepoltura di un cacciatore risalente a 12.000 anni fa.
 





Dormire e mangiare


Dolomiti da vedere

Home Page  |  Vivere le Dolomiti  |  I comuni  |  Sovramonte
scatta, posta e tagga
#infodolomiti