Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Nasce l'Ospitalità diffusa in provincia di Belluno

Nelle frazioni di Bolzano Bellunese, Tisoi e Vezzano alle porte di Belluno e ai piedi del gruppo della Schiara, nasce la prima Ospitalità diffusa bellunese: I Borghi della Schiara.
Una forma di accoglienza molto richiesta da una clientela turistica esigente ed esperta: persone che amano viaggiare, che hanno soggiornato in diversi tipi di strutture ricettive e località e che sono alla ricerca di formule innovative, ma che al tempo stesso siano in grado di rispecchiare il più possibile le caratteristiche del luogo.

L'ospitalità diffusa (OD), da non confondere con l'albergo diffuso, è un modello di accoglienza che si sta affermando nel mercato turistico. Non è una semplice sommatoria di strutture ricettive, ma una vera e propria rete di imprese che offre anche servizi turistici diversi e aggiuntivi rispetto a quelli dell'alloggio in strutture ricettive alberghiere e complementari.

L'Ospitalità offerta dai Borghi della Schiara  prevede n. 28 posti letto distribuite fra strutture ricettive classificate (B&B), locazioni turistiche, agriturismi e aderiscono inoltre aziende agricole, bar e imprese artigiane. Fulcro di questa rete è il centro di accoglienza e ricevimento è situato nella sede dell'ATS in via Bolzano n. 50.

I Borghi della Schiara di Belluno sono anche un punto di appoggio fondamentale per i percorritori dell'Alta Via n. 1 Dolomiti (da Braies a Belluno), della Monaco Venezia a piedi e  per la tappa n. 28 del “Cammino delle Dolomiti” con cui vi è una convenzione per l'ospitalità e punto informativo di tappa.

La normativa regionale (Legge regionale 14 giugno 2013, n. 11 - Sviluppo e sostenibilità del turismo veneto - con l'art. 28 Ospitalità diffusa) riconosce questa particolare forma di ospitalità in montagna come complemento e completamento di una di una ricettività che va oltre la struttura ricettiva e coinvolge il comune, il borgo, il centro abitato del paese montano, una realtà cioè nella quale l'ospite si immerge, diventa parte integrante del vivere quotidiano, può scoprire e riscoprire i ritmi, i tempi e i modi del vivere in montagna insieme agli stessi residenti.

Ci auguriamo che, dopo i Borghi della Schiara, altri paesi di montagna aderiscano alla rete d'accoglienza dell'Ospitalità Diffusa.

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!

Nasce l'Ospitalità diffusa in provincia di Belluno

Il gruppo della Schiara (immagine G. De Donà)

Nelle frazioni di Bolzano Bellunese, Tisoi e Vezzano alle porte di Belluno e ai piedi del gruppo della Schiara, nasce la prima Ospitalità diffusa bellunese: I Borghi della Schiara.
Una forma di accoglienza molto richiesta da una clientela turistica esigente ed esperta: persone che amano viaggiare, che hanno soggiornato in diversi tipi di strutture ricettive e località e che sono alla ricerca di formule innovative, ma che al tempo stesso siano in grado di rispecchiare il più possibile le caratteristiche del luogo.

L'ospitalità diffusa (OD), da non confondere con l'albergo diffuso, è un modello di accoglienza che si sta affermando nel mercato turistico. Non è una semplice sommatoria di strutture ricettive, ma una vera e propria rete di imprese che offre anche servizi turistici diversi e aggiuntivi rispetto a quelli dell'alloggio in strutture ricettive alberghiere e complementari.

L'Ospitalità offerta dai Borghi della Schiara  prevede n. 28 posti letto distribuite fra strutture ricettive classificate (B&B), locazioni turistiche, agriturismi e aderiscono inoltre aziende agricole, bar e imprese artigiane. Fulcro di questa rete è il centro di accoglienza e ricevimento è situato nella sede dell'ATS in via Bolzano n. 50.

I Borghi della Schiara di Belluno sono anche un punto di appoggio fondamentale per i percorritori dell'Alta Via n. 1 Dolomiti (da Braies a Belluno), della Monaco Venezia a piedi e  per la tappa n. 28 del “Cammino delle Dolomiti” con cui vi è una convenzione per l'ospitalità e punto informativo di tappa.

La normativa regionale (Legge regionale 14 giugno 2013, n. 11 - Sviluppo e sostenibilità del turismo veneto - con l'art. 28 Ospitalità diffusa) riconosce questa particolare forma di ospitalità in montagna come complemento e completamento di una di una ricettività che va oltre la struttura ricettiva e coinvolge il comune, il borgo, il centro abitato del paese montano, una realtà cioè nella quale l'ospite si immerge, diventa parte integrante del vivere quotidiano, può scoprire e riscoprire i ritmi, i tempi e i modi del vivere in montagna insieme agli stessi residenti.

Ci auguriamo che, dopo i Borghi della Schiara, altri paesi di montagna aderiscano alla rete d'accoglienza dell'Ospitalità Diffusa.



Dove


Quando


Contatti

Teltel +39 389 5276 698

wwwweb