Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

   

Mondiali di sci alpinismo 2017 Alpago Piancavallo

È l’Italia ad aggiudicarsi il ruolo di ospite e organizzatore grazie allo Sci Club Dolomiti Ski-Alp e al Comitato Transcavallo, ai quali è stato assegnato lo svolgimento, sui monti dell'Alpago,  dei Campionati del Mondo di Scialpinismo che si svolgeranno dal 23 febbraio al 2 marzo tra le nevi di Tambre e Piancavallo nelle discipline individual e team (a coppie), vertical, sprint e relay.
Lo scialpinismo, da poco diventato disciplina Olimpica, rispecchia quello che è lo stare e vivere in montagna, la fatica e il sudore nella salita, la libertà e l’oblio nel raggiungere una vetta unita infine alla gioia e il piacere di scendere con gli sci da lassù.

Lo scialpinismo da qualche anno vive una fase di crescita,  sia dal punto di vista del numero di praticanti sia per quanto riguarda l’aspetto tecnico. Questa affascinante disciplina viene vissuta principalmente in due modi, il primo quello tradizionale, lo scialpinismo classico, la gita in montagna alla ricerca di spazi incontaminati, il secondo lo scialpinismo agonistico. Entrambi, però, sono mossi dalla passione per la Montagna e non sempre è facile capire dove inizia uno e finisce l’altro. Oltre ad una preparazione fisica adeguata, lo scialpinismo richiede conoscenze tecniche e molta esperienza dal momento che le “tracce” da seguire per tagliare il traguardo corrono in un ambiente severo, con passaggi esposti a quote elevate e naturalmente godendo di paesaggi stupendi come in Alpago. 

La morfologia delle montagne nell'Alto Alpago rendono infatti la zona unica per la pratica dello scialpinismo in particolare sul gruppo del Monte Cavallo che continua ad ospitare eventi di prestigio.  Dopo anni di duro lavoro questa terra è riuscita a guadagnarsi un posto di rilievo nel panorama mondiale delle competizioni di scialpinismo. Nel 2004 è stata sede della prima prova della prima edizione della Coppa del Mondo di Scialpinismo. Nel 2009 sono stati organizzati i Campionati Europei, mentre nel 2011 e 2016 è tornata la Coppa del Mondo di scialpinismo.

La provincia di Belluno, dopo la felice esperienza della Coppa del Mondo del 2016, è ancora una volta punto di riferimento per l’organizzazione della manifestazione, che rappresenta non solo un momento sportivo, ma anche un’occasione turistica per l’intero territorio.

Socio Fondatore

DE EN

Heart Cart Newsletter Go Search

Carrello

Newsletter

Iscrizione

Per iscriverti alla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Cancellazione

Per cancellarti dalla newsletter inserisci il tuo indirizzo email

Accedi

Per accedere inserisci la e-mail e la password che hai utilizzato per registrarti su infodolomiti.it
Recupero o modifica password?

Prima volta su infodolomiti.it?

Inizia ora. È facile e veloce!
Tracce tra gli abeti (immagine AreaPhoto)
Zigzagando verso il Guslon (immagine AreaPhoto)
Il passaggio sul Guslon (immagine AreaPhoto)
Cima del Guslon: panorama sull'Alpago (immagine AreaPhoto)
Surfando sul ghiaccioo (immagine AreaPhoto)
Campioni d'amicizia (immagine AreaPhoto)
Verso Cima Vacche (immagine AreaPhoto)
Tutti in fila sul crinale (immagine AreaPhoto)
Per nulla affaticati! (immagine AreaPhoto)
Brividi! (immagine AreaPhoto)
Pendenze da urlo (immagine AreaPhoto)
Fatiche dalle viste appaganti (immagine AreaPhoto)
E se ci giriamo... tutte le Dolomiti! (immagine AreaPhoto)
Passaggi impervi (immagine AreaPhoto)
Sul Canalino (immagine AreaPhoto)

Mondiali di sci alpinismo 2017 Alpago Piancavallo

Per nulla affaticati... Alpago Piancavallo!

È l’Italia ad aggiudicarsi il ruolo di ospite e organizzatore grazie allo Sci Club Dolomiti Ski-Alp e al Comitato Transcavallo, ai quali è stato assegnato lo svolgimento, sui monti dell'Alpago,  dei Campionati del Mondo di Scialpinismo che si svolgeranno dal 23 febbraio al 2 marzo tra le nevi di Tambre e Piancavallo nelle discipline individual e team (a coppie), vertical, sprint e relay.
Lo scialpinismo, da poco diventato disciplina Olimpica, rispecchia quello che è lo stare e vivere in montagna, la fatica e il sudore nella salita, la libertà e l’oblio nel raggiungere una vetta unita infine alla gioia e il piacere di scendere con gli sci da lassù.

Lo scialpinismo da qualche anno vive una fase di crescita,  sia dal punto di vista del numero di praticanti sia per quanto riguarda l’aspetto tecnico. Questa affascinante disciplina viene vissuta principalmente in due modi, il primo quello tradizionale, lo scialpinismo classico, la gita in montagna alla ricerca di spazi incontaminati, il secondo lo scialpinismo agonistico. Entrambi, però, sono mossi dalla passione per la Montagna e non sempre è facile capire dove inizia uno e finisce l’altro. Oltre ad una preparazione fisica adeguata, lo scialpinismo richiede conoscenze tecniche e molta esperienza dal momento che le “tracce” da seguire per tagliare il traguardo corrono in un ambiente severo, con passaggi esposti a quote elevate e naturalmente godendo di paesaggi stupendi come in Alpago. 

La morfologia delle montagne nell'Alto Alpago rendono infatti la zona unica per la pratica dello scialpinismo in particolare sul gruppo del Monte Cavallo che continua ad ospitare eventi di prestigio.  Dopo anni di duro lavoro questa terra è riuscita a guadagnarsi un posto di rilievo nel panorama mondiale delle competizioni di scialpinismo. Nel 2004 è stata sede della prima prova della prima edizione della Coppa del Mondo di Scialpinismo. Nel 2009 sono stati organizzati i Campionati Europei, mentre nel 2011 e 2016 è tornata la Coppa del Mondo di scialpinismo.

La provincia di Belluno, dopo la felice esperienza della Coppa del Mondo del 2016, è ancora una volta punto di riferimento per l’organizzazione della manifestazione, che rappresenta non solo un momento sportivo, ma anche un’occasione turistica per l’intero territorio.