Cappella di Sant'Orsola - Vigo di Cadore

La Cappella di Sant’Orsola sorge nel centro di Vigo di Cadore e rappresenta un interessante e prezioso monumento, patrimonio artistico e architettonico senza paragoni.

Edificata per volere di Ainardo, un ricco abitante di Vigo, come cappella funeraria, la struttura presenta origini antiche (presente già nel 1345), allorquando era caratterizzata da una forma lineare e rettangolare, secondo un modello trecentesco.
Solo nel XVII secolo, grazie qualche intervento di ampliamento, la cappella acquisisce la forma attuale con l’aggiunta di una cappellina e una sagrestia a Nord; lavori che purtroppo hanno però intaccato le decorazioni pittoriche sia all’interno che all’esterno dell’edificio.

La Cappella di Sant’Orsola rappresenta un sito di rilevanza culturale e artistica unica in questo territorio: all’interno della struttura si sviluppa infatti un unico immenso affresco che ricopre tutte le pareti raffigurante la leggenda di Sant’Orsola, figlia del Re d’Inghilterra e convertita al Cristianesimo e uccisa per aver rifiutato di sposare un principe pagano.
 

Opere d'arte

In questo piccolo tempio sacro l’arte medievale fa da padrona e si rivela in tutta la sua bellezza tra gli affreschi eseguiti con attenzione e bravura da un’artista ignoto, che ha voluto rendere omaggio alla leggendaria storia di Sant’Orsola.
È possibile suddividere il continuo affresco in 4 registri: la decorazione che caratterizza la parte bassa e alta delle pareti, la fascia mediana sulla quale sono narrati i vari episodi delle leggenda, i lunettoni della facciata e controfacciata e, infine, la volta.

Ogni dipinto risulta essere eseguito con un’ottima tecnica a “buon fresco”, che ha permesso tra l’altro la conservazione dei colori fino ad oggi, in maniera dettagliata e precisa e con una forte espressività.

Le fasce ornamentali che caratterizzano il basamento e delineano la struttura della volta sono caratterizzate da motivi fitomorfi e geometrici. In particolare nella parte bassa delle pareti lo sconosciuto autore dell’affresco ha saputo impreziosire la decorazione con una serie di drappi dai quali fuoriescono tre figure estranee al racconto sovrastante.

Nella fascia mediana l’affresco è suddiviso in dieci racconti che si succedono tra loro descritti da alcune didascalie in gotico.

Nella volta trova collocazione un affresco raffigurante la Madonna con il Bambino, leggermente discostato dalla sua posizione originaria durante i lavori di ampliamento, accompagnato dall’illustrazione dei simboli dei quattro Evangelisti.
Nei due lunettoni infine si trovano altri contenuti teologici: nei lunettoni della controfacciata è raffigurata la scena di San Giorgio, il drago e la principessa, mentre nei lunettoni della facciata l’autore inscena la Crocifissione.

Altro tesoro d’arte custodito dentro la Cappella di Sant’Orsola è l’altare ligneo di Michael Parth, un flügelaltäre tardogotico tedesco, dipinto e dorato, tra i pochi conservati in territorio Cadorino.
 

Nelle vicinanze

Altre chiese minori, ma non per questo meno importanti, sono la Chiesa di S. Antonio Abate, la Chiesa della Beata Vergine della Difesa, la Chiesa di S. Margherita in località Salagona risalente al XII che custodisce opere di arte medievale, e la Chiesa di S. Bernardino da Siena risalente al 1400, nel piccolo borgo di Pelos.



Indirizzo:

Piazza Sant'Orsola
32040 Vigo di Cadore

Home Page  |  Dolomiti da vedere  |  Chiese e santuari  |  Cadore e dintorni  |  Da Domegge di Cadore a Auronzo  |  Cappella di Sant'Orsola - Vigo di Cadore
scatta, posta e tagga
#infodolomiti