Chiesa di San Martino - Vigo di Cadore

La Pieve di San Martino è l’elemento più antico e importante dell’interno complesso di edifici sacri presente a Vigo di Cadore, che comprende anche la chiesa della Madonna della Difesa, il campanile, la cortina e la casa canonica.
La prima testimonianza dell’esistenza di un tempio dedicato a San Martino risale al 1186 e il suo ruolo è sempre stato, oltre che essere pieve, quello di rappresentare un punto fermo della Comunità.

L’attuale struttura risale al 1559 ed è risultato di un ampliamento del Settecento che arricchì l’edificio originario delle navate laterali, creando un tempio complessivamente equilibrato e geometrico.

La chiesa è stata istituita pieve dal 1208 ed è dedicata a San Martino, la figura che nella religiosità popolare viene associata alla sfida contro le malattie e la morte.
 

Architettura

Esternamente la struttura della chiesa si presenta armoniosa e proporzionata, con il corpo murato e la copertura a scandole.
L’interno si compone di tre navate e tre campate scandite da pilastri a croce e archi di volta a tutto sesto, caratteristiche che richiamano uno stile romanico, anche se le decorazioni delle volte con nervature a stella e scudetti rotondi dipinti di rosso richiamano una cultura tardogotica.

Infine, merita un cenno l’utilizzo del prezioso marmo di Castellavazzo nella pavimentazione, nelle colorazioni rosa, bianco e grigio.
 

Opere d'arte

La Chiesa di San Martino rappresenta un interessante scrigno di tesori d’arte realizzati da artisti locali come Antonio Rosso, Valentino Pancera Besarel, Tomaso Da Rin Betta e Cesare Vecellio.

Meritevole di un cenno il trittico di ispirazione gotico-cortese dedicato alla figura di San Martino e attribuito all’artista Antonio Rosso: in questo dipinto le figure di San Martino, San Candido e San Maurizio appaiono eleganti, dettagliate e ben suddivise tra loro da interessanti decorazioni a zig-zag e i colori accesi delle tonalità del rosso e dell’oro spiccano particolarmente sullo sfondo scuro e privo di dimensione.

Un’altra opera, di rilevanza nazionale e internazione e presente all’Esposizione delle Belle Arti di Venezia del 1866 e all’Esposizione di Parigi nel 1867, è stata eseguita dal famoso intagliatore zoldano Valentino Pancera Besarel.
Si tratta di un rilievo ligneo raffigurante la Crocifissione di Gesù, realizzato in modo magistrale ottenendo un risultato complessivo dinamico e praticamente perfetto.

All’interno del coro trova collocazione un’opera di Tomaso Da Rin Betta, artista originario di Vigo di Cadore e cresciuto tra le scuole veneziane. Il dipinto presenta la figura di Gesù attorniato da una folla che grazie ad un eccellente gioco di luci e ombre risulta divisa in più scene e momenti.

Infine, degna di nota è La Decollazione di San Giovanni Battista, eseguita da Cesare Vecellio nel 1583, che rappresenta San Giovanni in procinto di essere decapitato dal carnefice.
 

Nelle vicinanze

Altre chiese minori, ma non per questo meno importanti, sono la Chiesa di S. Antonio Abate, la Chiesa della Beata Vergine della Difesa, la Chiesa di S. Margherita in località Salagona risalente al XII che custodisce opere di arte medievale, e la Chiesa di S. Bernardino da Siena risalente al 1400, nel piccolo borgo di Pelos



Indirizzo:

Via Cardinal Piazza
32040 Vigo di Cadore

Contatti
Home Page  |  Dolomiti da vedere  |  Chiese e santuari  |  Cadore e dintorni  |  Da Domegge di Cadore a Auronzo  |  Chiesa di San Martino - Vigo di Cadore
scatta, posta e tagga
#infodolomiti