Chiesa dei Santi Rocco e Osvaldo - Dosoledo

La Chiesa dedicata ai SS. Rocco e Osvaldo sorge a Dosoledo, frazione di Comelico Superiore, in una posizione leggermente sopraelevata rispetto al centro dell’abitato quasi a ricordare un tempio dalla struttura solenne.

Già esternamente la struttura è d’impatto infatti il sagrato è preceduto da una doppia scalinata che conduce di fronte a un imponente colonnato.
La Chiesa venne inizialmente progettata da Calussi (o Colussi) e in seguito rivista su progetto dell’architetto feltrino Giuseppe Segusini fra il 1839 e il 1844, il quale riesce per la prima volta in Comelico a realizzare un tempio in stile neoclassico.
Uno scrigno ricco di tesori d’arte, opere di noti artisti e artigiani bellunesi custodite preziosamente tra le mura di questo tempio sacro.

Architettura

La struttura esterna ricorda quella di un tempio neoclassico: presenta un pronao a sei colonne corinzie che introduce all’ingresso principale della chiesa, sopra il quale è collocato un frontone triangolare decorato secondo i canoni estetici neoclassici.

La struttura interna si sviluppa in un’unica aula che culmina con un presbiterio delimitato da colonne corinzie e il catino absidale risulta decorato con decorativi rosoni bicromatici.
Il soffitto è a volta e lungo la navata si sviluppano ben quattro altari lignei.

Distaccato dalla struttura dell’edificio si trova il campanile in pietra locale: il basamento è in bugnato, liscio a fasce e la torre campanaria è scandita da leggeri marcapiani. Nella sommità una serie di finestrelle ad arco marcano la torre che si conclude con un timpano arcuato e una grande cuspide in rame a cipolla.
 

Opere d'arte

All’interno della Chiesa intitolata ai SS. Rocco e Osvaldo trovano spazio una serie di opere architettoniche e artistiche eseguite da artisti locali di pregio.

Le volte del soffitto sono decorate con un ciclo di affreschi di Giovanni De Min: nella volta che ricopre la navata trova spazio un dipinto che narra le vicende del patrono San Rocco; nella volta del coro è raffigurata la Trinità on i quattro evangelisti, San Pietro e tre angeli; infine nei pennacchi De Min illustra i quattro Profeti maggiori.

L’altare maggiore è realizzato in marmo e ospita le statue lignee dei patroni San Rocco e Sant’Osvaldo, mentre gli altri quattro altari collocati lungo le pareti della navata sono realizzati in legno.
Lungo la parete sinistra, in prossimità dell’ingresso è possibile osservare l’altare dedicato a Sant’Apollonia ospitante un trittico dipinto ad olio che illustra le figure di Sant’Apollonia, San Carlo Borromeo e San Floriano, mentre in fondo alla navata trova collocazione un'importante opera del noto scultore Andrea Brustolon: l’altare della Madonna Addolorata  e la serie di ovali scolpiti in bassorilievo con i sette dolori della Beata Vergine.
A destra si trova l’altare dedicato ai Santi Ermagora e Fortunato alla sommità del quale meritano un cenno gli angioletti lignei attribuiti alla bottega dei Ghirlanduzzi da Ceneda.
Di fronte all’altare dell’Addolorata è situato, infine, un altare ligneo proveniente dall’antica chiesa, di origine secentesca e d’impronta friulana decorato di volute e grottesche e ospitante una pala attribuita al pittore pesarese Cesare Begni raffigurante Sant’Anna con i due Santi titolari.

Nella cappella maggiore sono degne di nota due sculture lignee eseguite da Ferdinand Demetz raffiguranti Sant’Antonio con il Bambino e il cesto dei pani.

Infine, ma non meno importanti, le quattordici Stazioni della Via Crucis eseguite nel 1966 dagli artisti Vico Calabrò e Nazzareno Corsini.
 

Nelle vicinanze

A Candide la Chiesetta di S. Antonio Abate, la più antica del Comelico, edificata su progetto del maestro Nicolò Ruopel, detto anche “il murador de Carnia”, a Casamazzagno la Chiesa della Madonna della salute, risalente al 1800, che custodisce alcune opere di Ghedina e Tomaso da Rin, e la suggestiva Chiesetta di S. Leonardo di origine gotica, a Dosoledo la Chiesa di San Rocco e a Padola la Chiesa di San Luca Evangelista.



Indirizzo:

Piazza Tiziano
32040 Comelico Superiore loc. Dosoledo

Contatti
Home Page  |  Dolomiti da vedere  |  Chiese e santuari  |  Comelico  |  Val Comelico  |  Chiesa dei Santi Rocco e Osvaldo - Dosoledo
scatta, posta e tagga
#infodolomiti