Foresta Demaniale Regionale Val Montina

La Val Montina è la prima area wilderness alpina di rilevanza europea, localizzata nel comune di Perarolo di Cadore e attualmente gestita da Veneto Agricoltura.
Si tratta di una zona incontaminata, dove la natura si presenta inalterata, allo stato selvaggio e ricca di biodiversità. Un patrimonio naturalistico, definito infatti area SIC (Sito di Interesse Comunitario) e ZPS (Zona di Protezione Speciale), particolarmente importante per il territorio provinciale, che conserva al suo interno specie vegetali e animali non visibili altrove.

Una valle impervia che è possibile raggiungere attraverso limitate vie d’accesso e abbandonata dall’uomo dalla fine dell’Ottocento. Delimitata dalle pareti rocciose del Monte Durano ad occidente e della Cima dei Frati a oriente, la Val Montina è solcata dall'omonimo torrente, dal Ru de Tia, dal Ru de Bosco Nero e dal Ru Bosco del Bèlo, affluenti che discendono dalle omonime vallate.

Un paradiso terrestre che custodisce numerose specie di animali tra cui l’aquila reale, il gallo cedrone, l’astore o ancora il cervo, la marmotta, lo stambecco. Ma non solo, la Val Montina, grazie al microclima caratteristico alpino non intaccato dall’inquinamento e dall’opera dell’uomo, presenta anche endemismi esclusivi di questo territorio, come la Campanula morettiana, il Papaver rhaeticum, o i “rettili glaciali”, piante normalmente viventi nella zona artica e conservati fino al giorno d’oggi.
Tra rocce e torrenti vi si trova una ricca vegetazione che va dalle mughete, più in quota, al larice, l’abete e il pino verso valle: uno spettacolo di cromature che realizzano un quadro davvero sorprendente.

Il miglior modo per accedere alla Val Montina è percorrendo il sentiero che dalla frazione di Macchietto scende lungo il Piave. Una strada sterrata che in poco tempo porta alla Casera Val Montina, da dove un sentiero inizia a costeggiare la valle raggiungendone la parte più selvaggia.



Home Page  |  Dolomiti da vedere  |  Parchi e riserve  |  Foresta Demaniale Regionale Val Montina
scatta, posta e tagga
#infodolomiti