Prodotti tipici
Coltivazione del radicchio a Vigo di Cadore (foto AG. Obiettivo)

La caratteristica dei prodotti tipici della provincia di Belluno è la diversità. Attraversando le terre dell'Alto Bellunese, che svelano nell'uso di alcuni alimenti lo stretto rapporto che le lega all'Austria, si arriva in Valbelluna, nell'Alpago e nel Feltrino che invece risentono maggiormente della vicinanza con Venezia.

Nella cucina bellunese si incontrano dunque sapori montani, robusti e forti, che si uniscono amabilmente con gusti più leggeri. Il sistema economico basato in particolare sull’allevamento contribuisce a portare oggi sulle tavole secondi piatti irresistibili: il Pastìn, l’Agnello dell’Alpago e l’ottima produzione di formaggi delle malghe e delle latterie e di insaccati.

Le influenze e le contaminazioni hanno arricchito i piatti che sono realizzati con prodotti agroalimentari locali e che possono vantare, in molti casi, i marchi IGP e DOP. Negli ultimi anni, inoltre, numerosi coltivatori hanno recuperato alcune varietà autoctone per evitarne la scomparsa e favorirne la diffusione, con la consapevolezza che una buona cucina nasce anche da una buona terra; tra questi il fagiolo di Lamon o la patata di Cesiomaggiore, ma anche il Pom Prussian o la Noce feltrina.

I ristoranti, gli agriturismi o i rifugi dove poter gustare piatti dal sapore locale sono davvero tanti e tramandano la maestria e la capacità di fare piatti gustosi e apprezzati da tutti i palati usando alimenti semplici. Basta pensare alla polenta, alimento un tempo quotidiano che oggi si unisce con il tipico formaggio Schiz, il Pastìn o il capriolo.

Dai primi piatti generosi da accompagnare ai vini o alla birra prodotti localmente, fino al bicchiere della staffa con grappe alle erbe e frutti di bosco, la tavola bellunese non delude nel suo coniugare il carattere rustico ai sapori puri e leggeri.

Morone Feltrino Morone Feltrino Feltre Il Morone Feltrino è rinomato per la dolcezza e la farinosità della pasta, compatta e resistente alla cottura ed è prodotto in un vasto territorio che si estende dal Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi fino al Basso Feltrino Noce Feltrina Noce Feltrina Feltre La Noce Feltrina è rinomata per le sue ottime caratteristiche organolettiche; utilizzata per numerose preparazioni sia dolci che salate, fa parte dei prodotti della Carta di Qualità del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Pastìn, salumi e insaccati Pastìn, salumi e insaccati Il maiale, “salvadanaio del contadino”, è l’animale di cui, come si sa, non si butta via niente. Anche nel Bellunese la carne di maiale è soprattutto carne da conservare in insaccati di lunga o breve stagionatura Patata di Cesiomaggiore De.C.O. Patata di Cesiomaggiore De.C.O. Cesiomaggiore La Patata di Cesiomaggiore De.C.O. è certificata come prodotto agroalimentare di qualità grazie alla recente riqualificazione e valorizzazione delle attività agricole nella Valbelluna Polenta Polenta La polenta si presenta nel Bellunese nel suo aspetto più essenziale e genuino. Nella tradizionale locale viene cotta a lungo nel paiolo fino a raggiungere una consistenza intensa, per poi essere tagliata con il filo sul tagliere Pom Prussian Pom Prussian Sovramonte Il Pom Prussian, è una varietà di mele dal colore rosso intenso con striature gialle e vermiglie, croccante e saporita; è prodotta in particolare nella zona di Faller di Sovramonte, che ospita una fiera annuale dedicata a questo prodotto Speck del Cadore Speck del Cadore Perarolo di Cadore Una delizia per il palato che racconta una storia di montagna e di tradizioni lunghe secoli. È un inno ai sapori autentici della montagna bellunese, una indimenticabile cartolina per il palato, capace di evocare, anche solo con il suo profumo, ricordi intensi di Dolomiti Vini e grappe Vini e grappe La produzione di vino, recentemente recuperata nella Valbelluna e nel Basso Feltrino, promette interessanti risultati. Nel territorio delle Dolomiti poi non possono mancare le grappe, ottimo digestivo al termine di un buon pasto Zucca santa bellunese Zucca santa bellunese Quero Vas Nel Bellunese, la Zucca santa è la più classica e conosciuta tra le zucche grazie anche alle sue caratteristiche organolettiche; di forma rotonda e dalla polpa giallo-arancio, viene ogni anno festeggiata durante la Sagra della Zucca di Caorera
 1   2 


Home Page  |  Dormire e mangiare  |  Prodotti tipici
scatta, posta e tagga
#infodolomiti