Il Vento nelle mani...anzi nelle vele
Lago di Santa Croce (PH Dolada Images)

Grazie al suo un vento termico, creato dal riscaldamento delle montagne circostanti, il Lago di Santa Croce è il luogo ideale dove praticare il kitesurf.
In questo sport si utilizza un “kite”, ossia un aquilone legato ad una tavola e sfruttando la forza del vento si può planare sull’acqua e compiere incredibili evoluzioni in aria, circondanti dal meraviglioso skyline delle Prealpi bellunesi.

Questa particolare ventilazione consente una pratica sicura e di facile apprendimento anche tramite l’esperienza dei maestri nelle diverse scuole presenti sulla spiaggia di Farra, che offrono corsi a vari livelli.
Garantendo un flusso orizzontale da sud verso nord con un elevata stabilità, sia per intensità che per direzione, ci si può divertire quasi tutto l’anno ma consigliamo i mesi di Marzo, Aprile e Maggio.
Di fatto queste speciali condizioni inducono molti kiters dall’estero a prediligere l’Alpago, in cui anche nei mesi più caldi si possono trovare giornate molto buone, soprattutto nei periodi afosi, dopo un temporale che rinfresca l’aria. Le probabilità di trovare vento però ricominciano a crescere nei mesi dopo l’estate: in settembre e in ottobre si esce con buona frequenza.

Nel periodo estivo è possibile praticare molte attività tra cui passeggiate a piedi o in bici lungo il lago oppure esplorare le montagne che lo incorniciano per escursioni nella natura o alla scoperta della gastronomia locale. Per chi invece preferisce rilassarsi è sufficiente sistemarsi sul lato della spiaggia dedicata ai bagnanti, con parco giochi per i più piccoli e godere del vento pomeridiano che facilita la tintarella… ma ricordatevi di tenere ben saldo il cappello.



Home Page  |  Editoriale  |  Estate 2020  |  Il Vento nelle mani
scatta, posta e tagga
#infodolomiti